Riunione al Circolo PD di Nizza di Sicilia. Trattati gli argomenti del mercato quindicinale, mercato del contadino e depuratore consortile

Riunione al Circolo PD di Nizza di Sicilia. Trattati gli argomenti del mercato quindicinale, mercato del contadino e depuratore consortile

Sì è tenuta ieri, nei locali della biblioteca comunale “Corrado Cagli” di Nizza di Sicilia una riunione del Coordinamento del Circolo PD locale allargata anche a tutti gli iscritti al Partito al fine di garantire partecipazione e ampio confronto.

I lavori sono stati introdotti dal Coordinatore Gaetano Scarcella che ha subito affrontato il primo punto messo all’ordine del giorno, ovvero l’intenzione, emersa tra gli iscritti, di organizzare a Nizza, dopo una pausa di qualche anno, la Festa Democratica. Come consuetudine la Festa si svolgerà nel lungomare, si è scelto di concentrare tutto in un’unica data, ancora da definire, nei giorni che vanno dal 20 a 24 agosto. A distanza di qualche mese dall’insediamento del nuovo Coordinamento, la Festa deve rappresentare, innanzitutto, l’occasione per incontrare la cittadinanza facendo conoscere le proposte politiche del Circolo.

Inoltre sarà importante avviare un confronto con le forze politiche, sociali e con le associazioni, sui temi dello sviluppo, non solo locali, inseriti nel programma del Partito. L’intenzione è quella di avviare diversi tavoli tematici che potranno spaziare dalle questioni locali fino ai temi di maggiore rilevanza regionale e nazionale.

Diversi gli argomenti di cui si è trattato nel corso della riunione, a cui hanno partecipato anche il vice Sindaco Natale Briguglio e il Presidente del Consiglio Comunale Carmelo Miceli, entrambi iscritti al Circolo PD di Nizza, a loro, il neo-coordinatore Scarcella, ha consegnato alcune proposte da inserire nell’agenda dell’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Piero Briguglio.

La prima ha come tema il mercato quindicinale che, secondo i programmi dell’amministrazione, sarà spostato a breve nell’ampio spiazzale presente nel tratto iniziale del rettilineo che conduce a Fiumedinisi, all’altezza del quartiere San Giovanni - già concesso al Comune dal Demanio Fluviale. Il Partito Democratico non può che condividere una scelta di cui già anni addietro si era fatto promotore. Lo spostamento del mercato nel nuovo sito dovrà essere l’occasione anche per bonificare e riqualificare un’area al momento marginale e degradata, restituendola alla fruizione della cittadinanza.

Un primo elemento per garantire il pieno utilizzo dell’area dovrà essere ricercato nella flessibilità d’uso, gli stalli mercatali potrebbero coesistere con quelli di un ampio parcheggio per automobili che, al di fuori dei giorni di mercato, potrebbe essere utilizzato per decongestionare la viabilità locale, specie nel periodo estivo e in occasione di manifestazioni e spettacoli, inoltre l’area potrebbe essere utilizzata anche per scopi ludici, ad esempio per le gare di modellismo.

Trattandosi di un’area di ampia estensione, grande importanza va attribuita al tema della sostenibilità ambientale del progetto. Per disperdere più facilmente le grandi quantità di acqua sarebbe auspicabile realizzare un fondo pavimentato con materiali drenanti, inoltre per scongiurare la formazione di isole di calore sarà necessario piantumare nuovi alberi che miglioreranno anche la qualità ambientale dell’opera. Come in tutti i moderni mercati, l’area dovrà essere munita dei necessari servizi, bagni, colonnine per l’acqua, ecc. e delle necessarie attrezzature, illuminazione, cartellonistica, cestini, gettasigarette, ecc.

 

La seconda proposta riguarda la riattivazione del mercato del contadino che fino a qualche anno fa si svolgeva in contrada Olivarella, in prossimità del bivio per il Parco La Rocca di Buticari, in un’area periferica rispetto al centro abitato consolidato. Per il Partito Democratico il mercato del contadino rappresenta una concreta occasione per incentivare quanto più il Km0 e dare nuovo impulso alle produzioni di qualità provenienti dal comprensorio ionico dei Peloritani, immaginando un percorso condiviso con le associazioni di produttori. Appare però necessario e indifferibile il suo spostamento in un area più centrale e facilmente raggiungibile, per aumentare la sua visibilità e renderlo maggiormente competitivo anche rispetto al commercio ambulante lungo le vie del paese.

 

La terza proposta del Circolo PD di Nizza di Sicilia riguarda la rimodulazione della raccolta differenziata con l’inserimento del terzo turno settimanale per l’umido per il mese di agosto. Al contempo, al fine di garantire l’efficienza del servizio e un migliore decoro urbano, in attesa dell’istallazione di adeguati sistemi di videosorveglianza, appare quanto mai necessario rafforzare i controlli e le relative sanzioni da parte della Polizia Municipale. Nel corso della riunione si è discusso anche di promuovere e incentivare l’uso delle compostiere domestiche che potrebbero determinare una consistente diminuzione del conferimento di questo genere di rifiuto e, conseguentemente, un risparmio per la collettività. A tal proposito il Comune si farà promotore presso l’ARO per la creazione dell’apposito elenco dei compostatori.

Nel corso della riunione si è parlato anche dei disservizi causati dal temporaneo malfunzionamento del depuratore consortile. Preso atto di un cospicuo finanziamento intercettato dall’Amministrazione per il miglioramento dell’esistente, rimangono in piedi i dubbi relativi ad un’opera la cui collocazione già all’origine appariva troppo a ridosso dell’abitato. Il tema, di grande importanza per tutta la comunità, sarà affrontato adeguatamente nel corso delle prossime riunioni.

Un positivo riscontro ha ottenuto l’iniziativa intrapresa dall’Amministrazione tesa a concedere, a parità di costo, maggiori spazi esterni per le attività commerciali che ne faranno richiesta. A tal scopo il Coordinamento ha esortato i propri rappresentanti in seno all’Amministrazione a divulgare maggiormente questa iniziativa pensata per ovviare alle difficoltà causate dalle misure anticovid.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice MN6 qui sotto: