Denuncia a Cateno De Luca. I sindaci siciliani non ci stanno: solidarietà al primo cittadino di Messina

Denuncia a Cateno De Luca. I sindaci siciliani non ci stanno: solidarietà al primo cittadino di Messina

Coronavirus, Viminale denuncia sindaco De Luca, solidarietà dagli Amministratori siciliani: “Seppur con toni eccessivi è in trincea per contenere l’esodo sullo Stretto”

A seguito della denuncia per vilipendio ad opera del Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, nei confronti del Sindaco di Messina, on. Cateno De Luca, un nutrito gruppo di Amministratori locali, ha espresso solidarietà e vicinanza al Primo cittadino di Messina, il quale a causa della situazione emergenziale sullo Stretto, ha preso una netta posizione – seppur con travolgente fervore – in favore di un territorio che rischia il crollo sanitario.

“Pur comprendendo che i toni utilizzati dal Sindaco di Messina siano stati eccessivi, ma sicuramente dettati dalla grande tensione a cui ogni giorno siamo sottoposti noi Sindaci, da sempre in trincea, riteniamo che la decisione del Viminale, di denunciare per Vilipendio il Sindaco De Luca, sia quanto mai eccessiva, in considerazione del ruolo e del sacrificio che ognuno di noi sta portando avanti, nell’esclusivo interesse di salvaguardare le nostre comunità. Al sindaco di Messina esprimiamo piena vicinanza e solidarietà, anche in considerazione dell’esodo che da solo si è trovato a contenere, essendo Messina la principale via d’accesso all’Isola”.

Questo il coro unanime dei sindaci che hanno mostrato la loro vicinanza all’iniziativa promossa dal Sindaco di Santa Teresa di Riva e parlamentare siciliano, on. Danilo Lo Giudice, a seguito delle numerose telefonate e attestazioni di stima degli Amministratori siciliani, nei confronti del Sindaco De Luca.

Di seguito i nomi dei firmatari

Ali – Natale Rao

Ali Terme – Carlo Giaquinta

Caprileone – Filippo Borrello

Castell’umberto – Vincenzo Lionetto Civa

Castelmola – Orlando Russo

Fiumedinisi – Giovanni De Luca

Fondachelli Fantina – Marco Pettinato

Forza d’Agro – Bruno Miliadò

Francavilla di Sicilia – Vincenzo Pulizzi

Furci Siculo – Matteo Francilia

Gaggi - Giuseppe Cundari

Gallodoro – Alfio Currenti

Giardinello – Antonio De Luca

Giardini Naxos – Pancrazio Lo Turco

Letojanni – Alessandro Costa

Librizzi – Renato Di Blasi

Limina – Marcello Bartolotta

Mandanici – Giuseppe Briguglio

Mazzarra Sant’Andrea – Carmelo Pietrafitta

Moio Alcantara – Bruno Pennisi

Mongiuffi Melia – Rosario D’Amore

Montagnareale – Rosario Sidoti

Montalbano Elicona – Filippo Taranto

Nizza di Sicilia – Piero Briguglio

Novara di Sicilia – Gino Bertolami

Oliveri – Francesco Iarrera

Pagliara - Sebastiano Gugliotta

Patti – Mauro Aquino

Roccalumera – Gaetano Argiroffi

Roccella Valdemone – Giuseppe Spartà

Rodì Milici – Aliberti Eugenio

San Teodoro – Valentina Costantino

Sant’Agata Militello – Bruno Mancuso

Sant’Alessio Siculo – Giovanni Foti

Santa Domenica Vittoria - Giuseppe Patorniti

Santa Teresa di Riva - Danilo Lo Giudice

Trappeto – Santo Cosentino

Tripi – Michele Lemmo

Ucria - Enzo Crisà

Condividi su:

2 Commenti

  • Giovanni Balsamo
    venerdì 27 marzo 2020, ore 12:05:59

    Nei momenti di difficoltà ci si unisce senza fare polemiche e tanto meno insultare.

  • Lidia
    giovedì 26 marzo 2020, ore 22:06:26

    Premesso che non condivido I metodi folcloristici di alcuno ma questi meravigliosi amministratori con questo documento hanno firmato la loro viltà! Se fossero stati così convinti della bontà dell'azione del sindaco di Messina perchè mai lo hanno lasciato da solo durante l'annunciata barricata? Va bè và...na firma? Chi mi poti succediri? Cià mettu! Questo il fine ragionamento politico!

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice U2D qui sotto: