Prima categoria, spicca il derby Fiumedinisi - Robur. S.Alessio e Casalvecchio alla ricerca del riscatto

Prima categoria, spicca il derby Fiumedinisi - Robur. S.Alessio e Casalvecchio alla ricerca del riscatto

Dopo le contemporanee quattro sconfitte della scorsa domenica, le squadre joniche di prima categoria (girone D) sono alla ricerca di un pronto riscatto. Il derby Fiumedinisi – Robur domina la scena di questa undicesima giornata che vede il Casalvecchio ricevere la visita della Juvenilia e il S.Alessio ospitare la cenerentola Academy San Filippo.

La squadra alessese, allenata da Giuseppe Mangiò, è quella che più delle altre del comprensorio jonico, deve cominciare a riflettere sulle tante batoste accumulate in questo primo scorcio del campionato. Il 6 – 1 preso dalla capolista Nuova Azzurra, nella passata settimana, è più che un campanello di allarme per il team del presidente Giovanni Rovito.

Non è la sola difesa ad essere messa sotto accusa, ma l’intera squadra che, al di là dei limiti tecnici , sembra priva di quella cattiveria agonistica necessaria per poter affrontare qualsiasi partita. La gara di domenica contro l’Academy San Filippo, ancora a zero punti in classifica, dovrebbe cominciare a far capire alla dirigenza chi vuole continuare a far parte di questa squadra e chi, invece, deve cambiare aria. La Robur, in piena zona retrocessione, non è nelle condizioni migliori per poter affrontare il derby con il Fiumedinisi che, al di là di questa prima battuta di arresto in casa con il Real Sud, sta facendo evidenziare una buona compattezza di squadra e delle discrete individualità.

I Letojannesi di mister Alessio Camarda, pur non potendo contare su un buon organico, stanno lottando con tutti i mezzi per tentare di uscire dalle sabbie mobili della classifica, ma la squadra ha bisogno di qualche rinforzo e dell’efficienza di tutti i giocatori a disposizione.

Il Casalvecchio che, fino a questo momento è stata la compagine jonica a dare le maggiori soddisfazioni, comincia a sentire il peso del campionato, ma anche la mancanza di una proprio impianto calcistico dove potersi allenare durante la settimana. Da matricola di questo torneo, però, sta riuscendo a stare nei quartieri alti della classifica. Domenica ospita la Juvenilia che è uscita da poco dai play out, vincendo lo scontro diretto con la Robur, quindi, un brutto cliente per capitan Cicala e compagni che, però, intendono rientrare nei play off a pieno titolo.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice QP9 qui sotto:

Ultime Notizie

Dalla Sicilia