Furci Siculo, tantissimi alunni e genitori al convegno sul bullismo nelle scuole e l'uso indiscriminato di Internet

Furci Siculo, tantissimi alunni e genitori al convegno sul bullismo nelle scuole e l'uso indiscriminato di Internet

Furci Siculo - .Importante convegno oggi sull'uso consapevole di Internet da parte delle giovani generazioni . L'incontro , che ha fortemente voluto l’amministrazione Francilia anche a seguito della richiesta fatta da molti genitori , si è tenuto nei locali del Centro Diurno di Furci Siculo alla presenza di un pubblico attento e interessato sia di alunni che di docenti e soprattutto da tante mamme e papà. Dopo i saluti e il benvenuto del sindaco Matteo Francilia, e quelli del Dirigente Scolastico dell'IISS Pugliatti di Taormina  prof.

Luigi Napoli , il quale ha inoltre puntualizzato quanto sia necessario abituare gli studenti a non  utilizzare  i cellulari a scuola,ha preso la parola il dott. Marcello La Bella, dirigente compartimentale della Polizia Postale e delle Comunicazioni, il quale ha messo in guardia i ragazzi da un uso sconsiderato dei social network e li ha invitati ad utilizzare "You Pol" , una App dalla Polizia di Stato che può essere molto efficace per la tutela dei cittadini. Sono intervenuti poi il vicesindaco avv . Daniela Mercurio, che ha parlato della legge 71 del 2O17 e le dottoresse Giusy Ciatto (psicologa) e Maria De Salvo ( biologa ) che hanno relazionato sulla costruzione della personalità adolescenziale nell'era digitale. La prof. Virginia Caffo, in sostituzione della DS dell'Istituto Comprensivo Mirella Guta, ha parlato dell'impegno della scuola nei confronti del cyberbullismo . La mattinata di riflessione è stata allietata da cortometraggi prodotti dagli studenti,  da recite e da svariate testimonianze. “Ringrazio la prof. Rosanna Garufi, consigliere delegato all'istruzione, ha dichiarto il sindaco Matteo Francilia,  che ha coordinato i lavori. Ringrazio di cuore la Polizia di Stato per la grande collaborazione e per l’impegno giornaliero al servizio della collettività e a tutela dei cittadini”.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 1RL qui sotto: