22.7 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Ottobre 24, 2021
spot_img
HomePoliticaSavoca. "L'amministrazione vuole mettere il bavaglio al gruppo di opposizione"

Savoca. “L’amministrazione vuole mettere il bavaglio al gruppo di opposizione”

“Altro che democrazia, ci sembra di essere tornati indietro di quasi un secolo”. A dichiararlo i consiglieri comunali di minoranza Giuseppe Muscolino, Adele Trimarchi e Giuseppe Meesa. La dura reazione del gruppo “Savoca Insieme” dopo la stesura del nuovo regolamento per la disciplina del diritto di accesso dei consiglieri comunali che sarà esaminato dal Consiglio nella seduta di giovedì 16 settembre. Nel regolamento che si andrà a votare – evidenziano i consiglieri di minoranza – il comma 4 dell’articolo 5 recita testualmente: “Gli Uffici provvedono al riscontro della richiesta nel minor tempo possibile, compatibilmente con l’esigenza di assicurare il normale funzionamento degli uffici comunali e con la necessità di assicurare gli adempienti ordinari e straordinari di ciascun ufficio, e, comunque, entro il termine di 30 giorni”. Il comma 5 dello stesso articolo cita: “se la richiesta concerne più documenti o riguardi atti non immediatamente disponibili, il termine di cui al comma 4 può essere prorogato, previa comunicazione al consigliere istante, di ulteriori 30 giorni. Quindi si potrebbe attendere 60 giorni anche per aver esibito un documento”. “Ci troviamo nuovamente – prosegue l’opposizione – a scrivere una pagina triste della politica Savocese. Invece di lavorare per il paese e nell’interesse dei cittadini, con un paese in preda al degrado si pensa a come fare ostruzionismo al gruppo di minoranza. Ci angoscia avere la consapevolezza che il paese sia in mano non solo a tanta immaturità, ma soprattutto a tanta presunzione e arroganza. In questo primo anno abbiamo trovato diverse irregolarità nella gestione della cosa pubblica, iniziate sicuramente prima, ma che continuano con il benestare dell’attuale amministrazione. L’amministrazione cosa ha fatto? Cerca di distrarre la nostra attenzione omettendo atti o fornendoci atti non richiesti, quando invece dovrebbe affrontare con maturità tutte le problematiche nell’esclusivo interesse dei cittadini.  Cos’ha il sindaco da nascondere? Perché vuole mettere a tacere quasi il 50% dei cittadini che con il loro voto ci hanno chiamato a rappresentarli?”.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
0:00
0:00
P