28.7 C
Santa Teresa di Riva
venerdì, Luglio 19, 2024
HomeAttualitàS.Teresa, sei comitati di quartiere: avvicineranno la gente al Palazzo?

S.Teresa, sei comitati di quartiere: avvicineranno la gente al Palazzo?

SANTA TERESA DI RIVA – Nasceranno sei comitati di quartiere per una più accentuata partecipazione popolare alle decisioni del Palazzo, secondo i principi stabiliti dallo statuto comunale, anche se avranno funzione solo consultiva ed anche se non espressamente previsti dallo statuto che punta, invece, sulle consulte. L’elezione dei 9 membri in rappresentanza di ciascun comitato avrà luogo con una consultazione popolare vera e propria che, presumibilmente, avrà luogo il prossimo mese di giugno. Il regolamento è già stato approvato dal consiglio comunale e consta di 23 articoli. L’amministrazione mette in cantiere uno strumento di partecipazione democratica molto importante in una comunità che sta dando segni di particolare vitalità e voglia di discutere le scelte che il Palazzo va a fare. Saranno sei i quartieri che potranno eleggere il proprio comitato secondo una perimetrazione territoriale predisposta dall’ufficio tecnico: Barracca – Catalmo; Ciumaredda – Porto Salvo –Cantidati; Centro – Torrevarata; Bucalo – Sparagonà; Misserio – Fautarì; Giardini – Quartarello – San Gaetano. Ogni membro eletto dura in carica fino a sei mesi oltre il mandato elettorale degli organi istituzionali del comune ed il presidente del comitato di quartiere sarà il membro che avrà ottenuto il maggior numero di voti. Ogni elettore potrà esprimere un massimo di tre preferenze. E veniamo alle liste; sarà unica per ogni singolo comitato da eleggere ed è composta da almeno 15 candidati e ogni cittadino residente nel quartiere può candidarsi sottoscrivendo l’accettazione della candidatura almeno 30 giorni prima della consultazione. Non sono previste indennità né gettoni di presenza. Sarebbe opportuno, però, che prima della consultazione “popolare” il “Regolamento dei comitati di quartiere” approvato dal consiglio comunale con delibera n. 64 del 18 luglio 2012, venisse pubblicato anche sul sito istituzionale del Comune al pari degli altri nove. Al momento non è dato sapere se con la nascita dei comitati di quartiere andranno definitivamente in soffitta le consulte che pure sono previste dallo statuto comunale e rappresentativi di tutti i settori della vita economica sociale, culturale e sportiva della nostra comunità.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P