29.7 C
Santa Teresa di Riva
giovedì, Luglio 18, 2024
HomePoliticaE' bagarre nell'Unione dei Comuni dopo il passaggio a vuoto per il...

E’ bagarre nell’Unione dei Comuni dopo il passaggio a vuoto per il presidente

SANTA TERESA DI RIVA – E’ bagarre nell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani dopo il passaggio a vuoto per l’elezione del presidente del consiglio, carica vacante da cinque mesi, in seguito alla decadenza di Romualdo Santoro a causa della sua mancata rielezione nel consiglio comunale di Antillo. Cinque mesi sembravano più che sufficienti per arrivare ad una candidatura condivisa: invece il consiglio si è spaccato esattamente a metà sulle candidature di Pablo Spadaro, vicepresidente uscente e consigliere comunale di Santa Teresa di Riva, area Pd, e Carmelo Spadaro, trentunenne consigliere comunale di Roccalumera, area Pdl, Quindici voti ciascuno in due votazioni. Tutto da rifare. Intanto il consigliere Fabio Palella (Sicilia Vera) ha chiesto le dimissioni di Pablo Spadaro dalla vice presidenza ed il ritiro della sua candidatura visto che tra un paio di mesi scade anche il suo mandato di consigliere comunale e si ritornerebbe punto e accapo. Pablo Spadaro risponde a stretto giro che non ha intenzione di rinunciare, anzi rilancia: “Il consiglio ha lavorato molto, è intervenuto con mozioni e proposte su grandi temi del territorio, occorre continuità per portare a termine il lavoro iniziato”. L’altro candidato alla presidenza, Carmelo Spadaro, chiede un confronto per evitare di insabbiare il consiglio con una divisione che lo porterebbe alla paralisi: “Sarebbe opportuno – dice – dopo l’esito di pareggio di 15 voti a 15, avviare un confronto con tutti i consiglieri e le amministrazioni. Sono disposto a confrontarmi con il consigliere Pablo Spadaro e tutti coloro che vogliano veramente dare una spinta decisiva a questa Unione che deve essere il punto di riferimento di tutti i Comuni del comprensorio. È stato sicuramente un pareggio numerico dovuto ad una sana e democratica competizione e non una sconfitta della politica. Mettiamoci subito a lavoro, tutti e insieme, per il bene del nostro territorio! “. Pablo Spadaro è appoggiato da un asse Pd-Fli che con l’elezione di Pablo avrebbe dovuto portare alla vice presidenza Domenico Saglimbeni, consigliere Fli di Limina. Carmelo invece è sostenuto dal Pdl e da una maggioranza trasversale che non vuole Pablo Spadaro. La nuova convocazione per la nuova assemblea non è stata ancora diramata, per cui potrebbe trovarsi un compromesso.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P