24 C
Santa Teresa di Riva
lunedì, Aprile 15, 2024
HomeUncategorized"Un menù straordinario"spettacolo gradito per un pubblico attento e soddisfatto

“Un menù straordinario”spettacolo gradito per un pubblico attento e soddisfatto

“Un menù straordinario” del 27 e 28 dicembre, al teatro dei Magazzini del sale a Messina, è stata l’occasione propizia per riflettere in modo salutare e spettacolare sul senso della vita dei nostri giorni, per tanti versi inquietanti ed incomprensibili. La storia della regina, inguaiata per la malattia del potere che logora l’anima e rende vana ogni ricerca di benessere, rappresenta il dramma della tirannia al governo dell’umanità priva di anima, inerte, imbelle, avida e insensata. La società senza più alcuna misura umana appare distratta ed indifferente, aliena mentre incombe la morte sulla vacuità del nulla, il vuoto della vita quotidiana, il consumo delle giornate senza passione. E’ una storia che si ripete, monotona, alla noia, senza futuro perchè lascia l’ultima parola alla morte che minaccia la scelta di vivere, la speranza di un giorno nuovo, la luce della quotidianità che fa camminare, crescere tra le difficoltà, nella coscienza di esprimere ogni potenzialità, la diversità, l’essenza della creatività. E’ quello che suscita l’opera, scritta da Robert Pinget secondo le categorie dell’assurdo, nella riduzione teatrale del Team dei Naviganti, con la regia magistrale di Stefania Pecora, assistita da Elvira M. Ghirlanda e l’interpretazione eccellente di Berenato Orazio e Trimarchi Chiara. Un dramma che si propone con un linguaggio utile a provocare le coscienze e risvegliare il carattere intrinseco della natura umana che ha bisogno di coltivare la semplicità per imparare ad amare e liberarsi dalle complicazioni delle trappole che si possono presentare nell’ordinario quotidiano. Gli attori hanno utilizzato, insieme alla scenografia così accurata, le tecniche necessarie a penetrare dentro la scena di questo mondo che passa e lascia aperta, nel silenzio profondo, la traccia di un’altra via, della relazione che conta.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P