17.4 C
Santa Teresa di Riva
venerdì, Maggio 20, 2022
spot_img
HomeCulturaSavoca. Teatro dell’Opera dei Pupi dei F.lli Napoli, rappresentazione “Uzeta, Paladino di...

Savoca. Teatro dell’Opera dei Pupi dei F.lli Napoli, rappresentazione “Uzeta, Paladino di Catania”

L’amministrazione savocese guidata dall’Arch. Massimo Stracuzzi e dall’assessore Sergio Trimarchi – con deleghe alla cultura, turismo e spettacolo – nella rassegna delle manifestazioni denominate “Un’estate d’arte” ha organizzato in collaborazione con la Marionettistica dei Fratelli Napoli di Catania, un evento volto alla rappresentazione dell’Opera dei Pupi. La stessa avrà luogo nel centro storico del borgo collinare presso la Chiesa di San Nicolò, nota anche come Chiesa di Santa Lucia, giorno 17 agosto alle ore 21:30 e sarà realizzata una replica della medesima alle ore 23:30.

Verrà rappresentata l’Opera “Uzeta, Paladino di Catania”, il cui copione è stato elaborato da Alessandro e Fiorenzo Napoli sulla base delle antiche serate dell’Opira catanese.

Nel 1900 il famoso puparo Raffaele Trombetta volle escogitare per il suo pubblico la storia di un eroe popolare catanese che fosse un modello mitico di mobilità sociale e di acquisizione di status: Uzeta, figlio di un povero tessitore di via Numachia, da semplice palafreniere, dopo essere stato corsaro e dopo aver salvato Catania dagli Algerini, Roma dai Berberi, Vienna dai Tartari, diventerà Principe del Simeto, Capitano Romano, Gonfaloniere della Chiesa, Arciduca di Vienna e Cavaliere della Legion d’Onore.

L’intreccio della serata segue le avventure del giovane Uzeta, dal momento in cui, umile palafreniere, bacia la superba principessa Galatea mentre ella è svenuta e ne è esiliato. Di trionfo in trionfo, il giovane catanese si renderà degno della principessa la quale, dopo la grandiosa sfida a duello a morte con Lupo Selvaggio e dopo il ritorno di Uzeta travestito a Catania, finalmente comprenderà che la nobiltà d’animo non risiede nella nascita ma nella virtù interiore. Ed è questa la semplice ma significativa morale che con questa serata intendiamo riproporre al pubblico di oggi.

La Marionettistica dei fratelli Napoli, Catania. Viene fondata a Catania nel 1921 da don Gaetano Napoli (1877 – 1968), gestore del Teatro Etna insieme ai tre figli maschi Pippo (1912 – 1983), Rosario (1914 – 1934) e Natale (1921 – 1984), che in breve tempo ne assumono l’impresa. Nel 1945 Natale sposa Italia Chiesa, figlia di valenti attori del teatro siciliano, che diventa ben presto la più brava parlatrice dell’Opira catanese. Dal matrimonio di Natale e Italia nascono Gaetano, Salvatore, Giuseppe e Fiorenzo: anche loro seguiranno la via dei pupi. Fiorenzo Napoli sposa Agnese Torrisi e riesce a coinvolgere la moglie e i suoi tre figli Davide, Dario e Marco nella tradizione di famiglia. Con loro anche il cugino Alessandro Napoli.
La stessa è rimasta attiva senza interruzione dal 1921 a oggi, superando le grandi crisi che investirono l’Opera dei Pupi tra gli anni Cinquanta e Ottanta del Novecento e adattando la medesima alle esigenze del pubblico contemporaneo, pur mantenendosi fedele ai codici e alle regole di messinscena della tradizione.

Nel rispetto delle norme anti-covid 19, per le manifestazioni, è obbligatoria la prenotazione per partecipare all’evento.  Contatti: 345.1144933, 347.7423848

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
0:00
0:00
P