27.7 C
Santa Teresa di Riva
mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeAttualitàFurci Siculo, sopralluogo dei funzionari del Genio Civile. Ad ottobre sarà abbattuta...

Furci Siculo, sopralluogo dei funzionari del Genio Civile. Ad ottobre sarà abbattuta la passerella e subito dopo il via ai lavori per  la costruzione del ponte

 

FURCI SICULO – La passerella sul torrente Pagliara, che unisce il lungomare di Furci a quello di Roccalumera, è stata definita una telenovela infinta, soggetta a continui colpi di scena, che per la verità non appassionano più i cittadini dei due Comuni. Perché una volta si deve abbattere, un’altra volta deve restare; con continui sopralluoghi dei sindaci Matteo Francilia (Furci Siculo) e Gaetano Argiroffi (Roccalumera) dei funzionari del Genio civile di Messina ed ultimo quello dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone. Per tutti la passerella è di grossa utilità per meglio disciplinare la caotica viabilità sulla Statale 114 Messina Catania ma anche di notevole importanza ai fini turistici. Avantieri altro sopralluogo, e questo forse di particolare importanza, perché dovrebbe chiudere il cerchio di questi fugaci incontri sulla passerella. I funzionari del Genio Civile, architetto Giuseppe Di Leo, geometra Ferdinando Micalizzi e ingegnere Antonino Di Gangi, quest’ultimo incaricato della progettazione del nuovo ponte, hanno incontrato i sindaci Francilia e Argiroffi. Si è stabilito che la via di fuga sul ponte Pagliara dovrebbe essere abbattuta i primi di ottobre, con la chiusura della stagione estiva, e subito dopo iniziare i lavori per la costruzione di un ponte stabile sul torrente. Una notizia che ha rallegrato gli abitanti di Furci e Roccalumera e soprattutto gli automobilisti del comprensorio jonico, che per non restare intrappolati negli ingorghi quotidiani lungo la Statale, sono costretti a fare uso di questa passerella per spostarsi da un Comune all’altro. “C’è stata una accelerata nell’iter procedurale per la realizzazione del ponte sul torrente Pagliara – ha dichiarato il sindaco di Furci Matteo Francilia – per cui se i lavori dovessero prendere il via ad ottobre potremmo sicuramente parlare di un risultato storico, perché sono circa vent’anni che si parla di un ponte per unire i due lungomari. Una volta costruita questa struttura sul Pagliara si potrebbero realizzare i ponti anche tra S.Alessio e S.Teresa, tra S.Teresa e Furci e tra Nizza ed Alì Terme per avere un solo lungomare tra Capo Alì e Capo S.Alessio. Un richiamo turistico senza precedenti”. L’opera stabile sul Paglira dovrebbe essere costruita con il finanziamento dell’assessorato regionale alle Infrastrutture, di cui è titolare Marco Falcone, un politico che sin dal primo momento si è dichiarato disponibile a risolvere questo delicato problema in pochi mesi e sembra che ci stia riuscendo. Sarebbe un risultato storico (nella foto i funzionari del Genio Civile con i sindaci Francilia e Argiroffi) 

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P