28.7 C
Santa Teresa di Riva
martedì, Giugno 25, 2024
HomeAttualitàSanta Teresa di Riva, intitolato il lungomare a Falcone e Borsellino

Santa Teresa di Riva, intitolato il lungomare a Falcone e Borsellino

S.Teresa – Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, due martiri della mafia, a quasi 25 anni di distanza della loro cruenta scomparsa continuano ad essere ricordati per il loro senso della legalità e dell’alto profilo morale. L’intitolazione del lungomare di S. Teresa di Riva ai due magistrati palermitani, da parte dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Cateno De Luca, rappresenta il ricordo indelebile di come le istituzioni sono sensibili ai simboli della legalità, della trasparenza e del vivere civile . La strada marina santa teresina, a partire dalla via Pozzo Lazzaro, si chiamerà, adesso, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, due magistrati della nostra isola uccisi dalla mafia proprio su due arterie della città di Palermo, designata per il prossimo anno sede della cultura mondiale. La sobria cerimonia organizzata dall’Amministrazione comunale santateresina, dopo un lungo iter iniziato quasi cinque anni addietro ( come ha sottolineato il sindaco Cateno De Luca), ha avuto luogo all’ingresso della via Pozzo Lazzaro,linea di demarcazione dei due tratti del lungomare intitolati a Falcone (Pozzo Lazzaro – Piazza Mercato) e Borsellino ( Pozzo Lazzaro- Bucalo). Proprio in questa zona sono stati tolti i drappi che coprivano le due targhe segnaletiche, benedette dal parroco della chiesa di Porto Salvo, don Agostino Giacalone.

Autorità civili, militari e religiose hanno presenziato alla cerimonia d’intitolazione. L’amministrazione comunale santa teresina era al completo con il sindaco Cateno De Luca, il suo vice Danilo Lo Giudice, gli assessori Annalisa Miano ( ha coordinato il susseguirsi della cerimonia), Gianmarco Lombardo e Giovanni Bonfiglio. Presente pure il presidente del Consiglio comunale, Santino Veri, in rappresentanza del consiglio comunale (Ha aperto gli interventi), insieme ad altri consiglieri.

Non hanno fatto mancare la loro presenza pure alcuni amministratori dei comuni della Valle d’Agrò. Per Limina ha partecipato il vicesindaco Jenny Spadaro, Savoca era rappresentata dal vicesindaco Giuseppe Trimarchi, per Casalvecchio Siculo era presente l’assessore Salvatore Santoro mentre per Antillo c’era l’assessore Elisa Smiroldo. Hanno preso parte alla cerimonia per le forze dell’ordine, il comandante della Compagnia dei Carabinieri di Taormina, capitano Arcangelo Maiello, e il luogotenente della stazione carabinieri di S.Teresa di Riva, Maurizio La Monica. La locale Polizia municipale, diretta nell’occasione dall’ispettore capo Giuseppe Trimarchi, mentre l’ausiliare Giuseppe Muscolino si è dedicato al Gonfalone del Comune che ha accompagnato la cerimonia. Presenti all’intolazione pure rappresentanti di diverse associazioni, come la delegazione dell’Associazione Nazionale Carabinieri di S. Teresa, guidata dal vicebrigadiere Francesco Musicò, studenti del Liceo scientifico “Caminiti – Trimachi”, accompagnati dalla professoressa Nuccia Foti, la vicepreside dell’Istituto comprensivo, Mimma Sturiale, la vicaria della locale Direzione didattica Maria Concetta Muscolino.

Il sindaco De Luca ha concluso gli interventi facendo evidenziare, dopo aver ringraziato tutti i presenti, che “per il nostro paese questi due simboli della legalità devono essere coniugati con l’etica e il dovere cosa che devono fare tutti gli amministratori lottando ogni giorno anche fino al sacrificio”.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P