29.7 C
Santa Teresa di Riva
lunedì, Agosto 8, 2022
spot_img
HomeNews breviFurci Siculo. Maquillage per la villa comunale

Furci Siculo. Maquillage per la villa comunale

Furci Siculo – La villa comunale, vero polmone verde di Furci e luogo di attrazione, soprattutto per i bambini, verrà presto riqualificata e messa a nuovo, grazie a “Democrazia partecipata” che ha destinato il 2% delle somme trasferite dalla Regione all’amministrazione Foti  “per la realizzazione di azioni di interesse comune”. I cittadini di Furci dovevano votare dove destinare la somma di 16.324 euro, elargita dalla Regione per un intervento di interesse colettivo. Si votava o  per la sistemazione del lungomare, o per il campo di calcio oppure per la villa comunale, e la cittadinanza ha  scelto quest’ultima. Anche perché centro di attrazione di grandi e piccini,  dove convergono  spesso anche famiglie provenienti da Messina e dalla provincia di Catania.  In verità la villa comunale è molto bella, facilmente raggiungibile e dispone pure di un largo posteggio. Per la riqualificazione e potenziamento dell’area giochi della villa comunale, (battezzata Villa Belvedere) è stato redatto apposito progetto dall’ufficio tecnico. Tra le tante cose è stato previsto pure di procedere, nell’area circoscritta ai giochi,  ad una pavimentazione antitrauma, che possa attutire eventuali capitomboli dei bambini. Si tratta di una speciale pavimentazione che riesce a coprire tutta la superficie interessata ai giochi per i bambini (circa 200 metri quadrati). Inoltre saranno sistemati tutti i giochi esistenti, soprattutto dove mancano le apposite manigliette. Ma non è tutto. Con questa somma disponibile, infine, l’ufficio tecnico ha previsto pure l’acquisto di due giochi. Si tratta di una giostra ruotante e di un dondolo a bilico. La villa comunale sorge alla periferia del paese (lato S.Teresa di Riva), quasi vicino al mare e fa parte di un’area ben delimitata, chiamata Furci Verde, dove oltre la villa sorge pure la cavea per gli spettacoli d’agosto ed un ampio spazio, asfalto e illuminato, che dovrebbe servire per il parcheggio delle auto e che invece viene sfruttato dagli extracomunitari che piantano abusivamente, specialmente di sabato e domenica, le loro bancarelle per vedere cianfrusaglie a non finire.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
0:00
0:00
P