25.6 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Giugno 16, 2024
HomeAttualitàRoccalumera, in vendita i lotti artigianali (a 165 euro a mq)

Roccalumera, in vendita i lotti artigianali (a 165 euro a mq)

Roccalumera – Zona artigianale, si parte. Il consiglio comunale ha approvato le modifiche al regolamento per la cessione in proprietà dei ventiquattro lotti. Il bando sarà diramato e pubblicato nella prima decade di gennaio. Due le novità sostanziali deliberate dal civico consesso, che ha tratto l’argomento sotto la presidente di Antonio Garufi. La prima: il prezzo a metro quadrato è stato ritoccato a favore degli artigiani, passando da 175 a 165 euro a metro quadrato. La seconda: è stato fatto divieto alle ditte artigianali di insediare attività che abbiano a che fare con il trattamento dei rifiuti. Tutti ricorderanno la diatriba sorta tra il comune di Roccalumera e quello di Pagliara, avendo quest’ultimo ventilato la possibilità di installare un impianto per il pretrattamento dei rifiuti nella frazione di Rocchenre, a quattro passi dalla zona artigianale. Le altre novità previste ed approvate nel corso dei lavori consiliari solo con i voti del cartello di maggioranza, riguardano la trasparenza nell’assegnazione dei lotti e la nomina di una specifica commissione. Quest’ultima sarà arricchita da un componente dell’Ordine degli ingegneri e degli architetti e dalle organizzazioni sindacali, per evitare interferenze politiche ma soprattutto per dare visibilità ad ogni operazione di vendita. “Si tratta di un momento storico per il nostro paese – ha spiegato il consigliere ed esperto del sindaco Cosimo Cacciola – perché attraverso la vendita dei lotti artigianali le casse comunali, da tempo in rosso, potranno finalmente respirare”. Tra qualche settimana sarà diramato il bando di gara e poi l’ apposita commissione vaglierà le richieste pervenute. “Ribadisco – ha concluso col dire Cacciola – che tutta la zona artigianale rappresenta al momento per Roccalumera una delle più significative opportunità di sviluppo”. Perché dal ventilato dissesto in cui si è venuto a trovare il paese ( “per i debiti ereditati dalla passata amministrazione” chiarisce subito Cacciola), potrebbe capitare che il comune si trovi improvvisamente in attivo. Sia per quanto riguarda un risvolto positivo nella causa pendente con l’Ato (chiamato in giudizio dall’ex sindaco per non avere svolto ad opera d’arte il servizio affidato), ma sia soprattutto con la vendita di tutti i ventiquattro lotti della zona artigianale, ricavati da una vasta area ubicata in contrada Piana, ai confini con il territorio del comune di Pagliara. Dicevamo, i lotti sono 24 di cinquecento metri quadrati. Ogni mq viene a costare 165 euro e facendo un veloce conteggio si deduce che un lotto costerebbe circa 80 mila euro. Moltiplicando per 24, il comune dovrebbe incassa quasi un milione e 900 mila euro. “Una bella somma – ha detto ancora Cosmo Cacciola – che ci consentirebbe di saldare parecchi debiti, ma soprattutto di liquidare parte delle somme dei mutui contratti dalla passata amministrazione. Attualmente per questi mutui il comune paga 130 mila euro l’anno di soli interessi”. La zona artigianale, impiantata dalla passata amministrazione Miasi, dispone di moderna illuminazione, dei vari servizi, di una larga strada d’accesso ed è collegata con lo svincolo autostradale, E’ ubicata in zona amena e rappresenta al momento l’unico toccasana per lo sviluppo economico e turistico del paese. Per cui: prima si parte, meglio è.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P