24.4 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Giugno 23, 2024
HomePoliticaRoccalumera, Palatenda. Santisi replica al sindaco

Roccalumera, Palatenda. Santisi replica al sindaco

Roccalumera – Monta il caso del Palatenda. Dopo le dichiarazioni del sindaco Gaetano Argiroffi, che aveva palesato l’impegno dell’amministrazione attiva, che sta seguendo passo passo, sia sul posto che a Palermo (con viaggi settimanali) tutti i progetti varati da questa gestione, sia quelli presentanti dalla passata amministrazione, interviene sull’argomento l’ex vice sindaco Francesco Santisi . C’è da dire, per chiarire la querelle, che tra i progetti della passata gestione dell’ex sindaco Gianni Miasi c’è quello del Palatenda, un impianto sportivo di grosso spessore, dove venivano disputati gli incontri di volley e basket, e centro di raccolta dei giovani del comprensorio. E su questa botta e risposta tra maggioranza ed ex amministratori, è intervenuto l’ing. Francesco Santisi, che ha seguito attentamente l’evolversi dell’iter burocratico, in quanto al tempo di Miasi sindaco rivestiva l’incarico di assessore ai lavori pubblici. “Nel settembre 2011 – ha esordito Santisi – è stata avanzata a Palermo la richiesta di finanziamento per 950.000 euro, che riguardava sia il campo di calcio che i campi di calcetto e di tennis; il progetto definitivo allegato riguardava anche il campo di basket e pallavolo ma non il rifacimento totale della copertura del Palatenda. Nel febbraio/marzo 2012 una forte raffica di vento ha scoperchiato integralmente il Palatenda rendendolo non più utilizzabile. Nei primi giorni del mese di giugno 2013 è stata avanzata richiesta di finanziamento al Ministero per circa 100.000 euro per la sola sistemazione del Palatenda”. Poi l’ex assessore ai lavori pubblici precisa: “Trattandosi di progetto definitivo, ritenevo possibile, una volta ottenuta l’auspicata promessa di finanziamento, interloquire con l’Assessorato Regionale competente per inserire pure, all’interno delle somme finanziate, il rifacimento del Palatenda, specificando che trattavasi di danni sopravvenuti per causa di forza maggiore non prevedibili al momento dell’istanza. Tale ipotesi, sempre che non andasse in porto la richiesta di finanziamento al Ministero. Aggiungo pure che a maggio 2013 il progetto di 950.000 euro risultava ammissibile a finanziamento, ma era collocato in graduatoria in una posizione per cui, allora, non c’era copertura finanziaria. L’orientamento dell’Assessorato era, ufficiosamente, di impinguare le somme per coprire tutti i progetti ammessi in graduatoria fino ad esaurimento della stessa”. A tutt’oggi di questo progetto, pur ammesso a finanziamento, si sono perse le tracce. Gli amministratori attuali (il vice sindaco Biagio Gugliotta e il presidente del consiglio Antonio Garufi) hanno chiesto lumi a Palermo, ma per quest’anno le porte sembrano chiuse, se ne parlerà nel 2014. Alla fine l’ing. Francesco Santisi chiude con una sfida agli attuali amministratori: “Ci tengo a precisare, qualora ancora non fosse chiaro, che sono stato amministratore di Roccalumera e continuerò ad esserci e ad occuparmi della vita politico-amministrativa, piaccia o no a qualcuno”. Santisi lancia la sfida, per dire che, anche se ha perso le elezioni di giugno, sarà sempre sulla breccia politica per difendere gli interessi del paese.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P