26.5 C
Santa Teresa di Riva
giovedì, Luglio 18, 2024
HomeSport PallavoloEffe Volley in emergenza batte il Milazzo 3-1

Effe Volley in emergenza batte il Milazzo 3-1

MILAZZO – Vittoria sofferta che vale doppio quella ottenuta da un Effe Volley “ incerottato “ in un campo difficile contro l’As Volley Milazzo 96. Una squadra quella santateresina- priva di Alessandra Munafò, Fabiana Cannata, Rosa Letizia ed Antonella Pedale con Rosanna Irato rientrata in nottata, Manuela Galletti febbricitante ed Alessandra Maccarrone non in perfette condizioni fisiche – che ha vinto col cuore, con la determinazione, con la grinta e con lo spirito di gruppo per una compagine che in questa occasione ha smesso gli abiti della capolista e si è vestita da squadra operaia lottando con le unghie pallone su pallone ed aggiudicandosi il match in uno degli ostacoli più duri da qui alla fine della regular season, ossia il Milazzo allenato dall’esperto Salmeri che non mollato mai la presa ed è rimasto in partita sino alla fine costringendo la prima in classifica ad aggiudicarsi due set col doppio vantaggio. In fase iniziale Caristi schierava Serban e Miranda di banda, Maccarrone opposto, Camelia e Cicala dal centro, Galletti libero e Girone in regia. Il primo set iniziava in perfetto equilibrio sino al tre pari, poi allungo ospite per il 3-7, recupero mamertino sull’8-8, ancora avanti le santateresine sino al 12-15 con time out chiamato da Salmeri e Milazzo a meno uno ( 16-17 ), poi sprint finale delle joniche per un finale di 19-25. Decisiva in avanti la Miranda con attacchi prorompenti e Maccarrone con palle piazzate . Il secondo parziale era molto avvincente, break iniziale delle padroni di casa sino al 4-0, poi una sequenza dal servizio di Gabriella Girone porta l’Effe avanti un punto ( 4-5 ), una serie di attacchi vincenti di Sonia Camelia dal centro portano la capolista sul 6-12 con il set che sembra in discesa. Niente affatto con le milazzesi che recuperano punto su punto sino al 21 pari. Finale rovente con le ragazze care al presidente Carnabuci che bruciano tre set ball sul 21-24 con un punto contestassimo quando si era sul 23-24 e con il direttore di gara che non ha valutato bene un quarto tocco locale rimettendo tutto in gioco e generando il 24-24, punto Milazzo e set-ball ribaltato. Break decisivo effino e 25-27 conclusivo. Per buona parte del tempo Andrea Caristi ha schierato contemporaneamente entrambe le palleggiatrici Giulia Leandri e Gabriella Girone per uno schieramenti inedito. Terzo set da dimenticare per le ospiti che partono male 0-3 e finiscono peggio 11-25 non mettendo mai in discussione l’andamento del parziale. A nulla sono valsi i due avvicendamenti sul 9-15 e 9-16 con la Irato per Maccarrone e Giulia Leandri in luogo di Gabriella Girone. Il quarto ed ultimo set inizia con un bel margine per il team di S. Teresa ( 3-8), forbice che andando avanti si restringe sino al 22 pari che poi diventa 23 pari e che soltanto una doppia zampata finale evita il ricorso al tie-break per il 23-25 e tre a uno definitivo. In conclusione una gara difficile sia per le qualità di un avversario dimostratosi ben messo in campo con un ottima attività difensiva ed una Salmeri in grande spolvero che per le difficoltà di una settimana ( quella santateresina ) da dimenticare tra infortuni ed imprevisti. Gara nel corso della quale è uscito fuori il gruppo che ha sopperito ad una non felice giornata in fase ricettiva, grazie anche ad un lavoro oscuro delle due centrali a muro. Nei momenti decisivi in avanti la classe dell’argentina Miranda è stata determinante – un po’ meno in ricezione – con Ale Maccarrone a strascinare il gruppo con le scorribande offensive di Andreea Serban ed i raid centrali di Camelia e Cicala. Il neo libero Galletti pian piano continua la fase di inserimento e Gabriella Girone cresce gara dopo gara non soltanto per la regia ma anche per la sua abilità in battuta e la sua solidità difensiva. Sempre pronte ad entrare la giovanissima Giulia Leandri e l’esperta Rosanna Irato. A fine gara Manuela Galletti “ tre punti che valgono doppio contro un avversario ostico e ben messo in campo in un campo dove sarà difficile per tutti fare punti.”

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P