30.2 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Luglio 14, 2024
HomePoliticaRiflessione del Consigliere Comunale Pippo Intelisano sul caso "Ponte Radio"

Riflessione del Consigliere Comunale Pippo Intelisano sul caso “Ponte Radio”

Castelmola – Sul caso “ponte radio” riceviamo una riflessione del consigliere comunale Pippo Intelisano: “In questi giorni a Castelmola si temono problemi di ordine pubblico a causa delle lamentele della popolazione circa l’installazione del costruendo ponte radio in contrada Montevenere. Ci sono numerose lamentele da parte di cittadini che abitano nelle contrade interessate come la stessa Montevenere, Capurua e Francese, che sono in agitazione e hanno tempestato la Casa Comunale di Castelmola di telefonate e richieste di chiarimenti in merito. Si ritiene quindi opportuno che detto impianto non debba essere costruito anche perche nelle stesse contrade insistono già decine di Antenne e Ponti Radio e sarebbe opportuno vietare le nuove installazioni e considerare la rimozione di quelle già esistenti. Non si capisce inoltre quale sia l’atteggiamento del Consiglio Comunale dopo la presentazione della mia interrogazione e quello della stessa Amministrazione se è a conoscenza di chi abbia espresso o rilasciato pareri favorevoli a tale installazione. Mesi orsono erano state presentate diverse interrogazioni al Signor Sindaco del Comune di Castelmola, inoltrandole anche al Presidente del Consiglio Comunale e al Responsabile dell’Area Tecnica del comune, sull’inquinamento elettrostatico dovuto alle numerose antenne, telefoniche o radiofoniche o di altra natura, installate nel territorio comunale. Dette interrogazioni ad oggi non ha avuto nessuna risposta e tanto meno è stato convocato un consiglio comunale con detto punto all’ordine del giorno, anche se bisogna dire che alcuni consiglieri comunali, tra cui la D’Agostino ne hanno portato il problema cercando di discuterne nelle passate convocazioni del civico consesso. Si viene a conoscenza che nonostante ciò in contrata Montevenere una ditta sta procedendo alla costruzione di un impianto tecnologico al servizio della rete di telefonia mobile che potrà essere usato da tutte le compagnie di telefonia quindi con numerosi ripetitori e parabole installate , con l’installazione di un traliccio di circa 40 mt in altezza, quindi oltre un palazzo di 14 piani, che sarà sicuramente visibile da tutta la costa ionica. Ma non si era parlato anche di eliminare detti scempi all’interno del nostro territorio comunale? E cosa ne è dell’impatto ambientale così tanto declamato. Le contrade interessate sono frequentate non solo dagli abitanti ma anche da turisti che ne fanno luogo di passeggio o di trekking lungo i percorsi naturali che si trovano sul Montevenere e che dovrebbero invece essere valorizzati di più e non inquinati. Si augura solamente che non si arrivi a disordini perche molti cittadini sono scontenti e non hanno la minima intenzione di far si che venga nuovamente compiuto un ulteriore scempio del nostro territorio”.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P