27.8 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Luglio 14, 2024
HomePoliticaFURCI, DEPENNATO IL CONSIGLIO: PARLA FOTI

FURCI, DEPENNATO IL CONSIGLIO: PARLA FOTI

Furci Siculo – “Sono contento che sia finita così”. Non sappiamo con quale spirito l’abbia detto, ma sono dichiarazioni dell’ex presidente del consiglio dott. Sebastiano Foti, non appena abbiamo parlato dello scioglimento del civico consesso. “E sì, continua col dire Foti, perchè abbiamo applicato un principio di coerenza che non è venuto mai meno. Cioè quello di denunciare la mancata copertura dei debiti fuori bilancio. Nello strumento contabile che ci è stato fornito dal sindaco questa voce non c’era e noi non l’abbiamo approvato. Il compito del presidente del consiglio è quello di indirizzo e di controllo, e se uno non può svolgere questo lavoro che ci sta a fare. La nostra è stata una scelta di coraggio e di coerenza”. A Furci questa mattina c’è stato un gran parlare nei bar e soprattutto in piazza S.Cuore per questo decreto (forse unico in Sicilia, in quanto i consigli comunali vengono sciolti sempre per mafia), a firma del presidente della Regione on. Lombardo e dell’assessore Chinnici, che di fatto scioglie il consiglio comunale e che demanda al commissario ad acta Daniela Lionelli di sostituirsi al civico consesso fino alla fine del mandato elettorale (tre anni e cinque mesi ancora). Soddisfatto il gruppo che fa capo al sindaco Bruno Parisi, perché in questo anno e mezzo di amministrazione “la maggioranza consiliare (che faceva capo a Foti, da sempre avversario politico del primo cittadino, ndc) ha cercato in tutte le maniera, ha detto Parisi, di metterci il bastone tra le ruote, e di non farci governare”. Ribatte l’ex presidente del consiglio: “Ma quale ostruzionismo. Non hanno portato mai un progetto in consiglio. Il paese è sprofondato nel dimenticatoio perché non c’è amministrazione”. Certo farsi mandare a casa per non aver approvato entro il 30 settembre il bilancio di previsione 2009, fa discutere. La legge al riguardo parla chiaro ed il dott. Sebastiano Foti che ha fatto il sindaco per dodici anni l’avrebbe dovuto sapere. Se poi si parla di scelte di coraggio e di coerenza è un altro discorso. La risultante è che per tre anni e mezzo il sindaco potrà governare il paese tranquillamente, aiutato dai cinque assessori e dal commissario regionale, in rappresentanza del consiglio comunale. E speriamo che in questi anni arrivino anche nuove opere e più servizi per la cittadinanza.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P