18 C
Santa Teresa di Riva
lunedì, Aprile 15, 2024
HomeCronacaCATTURATI MENTRE RUBANO UNA MOTO

CATTURATI MENTRE RUBANO UNA MOTO

Giardini Naxos – La riviera ionica è ormai nel pieno della stagione turistica ed i carabinieri della compagnia di Taormina, coordinati dal capitano Domenico Albanese, al fine di garantire maggiore sicurezza ai vacanzieri, hanno intensificato l’attività di controllo in specie lungo le zone costiere. Proprio in tali aree, infatti, si registra ogni estate un incremento dei reati ed in specie quelli di natura predatoria. In tale ottica i militari dell’arma hanno operato, nella giornata di ieri, con oltre 20 pattuglie distribuite sul territorio di competenza, sotto il coordinamento della centrale operativa, impegnata a ricevere le richieste sul numero di pronto intervento europeo 112. L’episodio criminoso, da cui sono poi scaturiti gli arresti, si è verificato nel corso della nottata di ieri nella cittadina di Giardini Naxos, dove una pattuglia radiomobile in servizio di perlustrazione, transitando sulla centralissima via Vittorio Emanuele, ha notato due giovani mentre tentavano di asportare un motociclo. A dir poco singolare la modalità d’esecuzione del furto. intorno all’una di notte, la gazzella ha notato un furgone Mercedes benz bianco, normalmente impiegato per il trasporto di frutta, ai margini della strada con le quattro frecce accese e due persone intente a caricare sul furgone uno scooter Suzuki burgmann. Sentita sopraggiungere l’autoradio, i due giovani si sono dileguati di corsa a piedi e si sono nascosti tra le auto in sosta, venendo rintracciati e catturati dopo qualche minuto. Alla richiesta di spiegazione dei carabinieri i due fermati hanno detto che stavano aiutando un loro amico in difficoltà con lo scooter. In realtà, lo scooter caricato sul camion è risultato con il bloccaruote inserito e il bloccasterzo forzato. Il proprietario, un cittadino giardinese abitante in quella stessa strada, avendo visto l’autoradio dei carabinieri con i sistemi di emergenza luminosi inseriti, è sceso in strada e subito ha riconosciuto come proprio lo scooter recuperato dai militari. Il camion, che conteneva materiale per trasporto di frutta, è risultato intestato al genitore di uno dei due giovani arrestati, ad ulteriore riprova dell’attività illecita. Di questo tipo di furti erano giunte, peraltro, numerose segnalazioni nei giorni scorsi da parte di privati cittadini alla locale stazione carabinieri. A finire in manette, Caltabiano Salvatore, nato a Taormina 20 anni fa, ma residente a Fiumefreddo di Sicilia e Raciti Carmelo, nato a Taormina di 25 anni, pure di Fiumefreddo, di cui il primo già noto alle forze di polizia per i suoi trascorsi giudiziari anche per rapina. I due sono stati arrestati con l’accusa di tentato furto in concorso. ieri mattina gli stessi sono stati processati dal tribunale di Messina sezione distaccata di Taormina nell’udienza tenuta con rito direttissimo. Dopo il direttissimo Caltabiano è stato associato presso la Casa circondariale di Messina Gazzi, mentre l’altro è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P