24.5 C
Santa Teresa di Riva
sabato, Maggio 18, 2024
HomeAttualità“Avevi tanti sogni da realizzare”, i ricordi di chi ha conosciuto Francesco...

“Avevi tanti sogni da realizzare”, i ricordi di chi ha conosciuto Francesco Caruso, il 22enne di Letojanni morto dopo l’incidente a Taormina.

Un’intera comunità sgomenta, in lutto. Francesco Caruso non ce l’ha fatta. Il giovane 22enne di Letojanni, ricoverato all’ospedale San Vincenzo dopo essere rimasto ferito in modo grave nello schianto frontale tra moto e scooter avvenuto sabato pomeriggio sulla Statale 114 a Taormina, è morto nel reparto di Rianimazione. In nottata si è concluso l’accertamento della morte cerebrale avviato dai medici. La famiglia ha accolto la proposta di donare gli organi, un gesto di grande altruismo, e di conseguenza sono state avviate le procedure per l’espianto. Fino alla fine familiari, parenti e amici accorsi in ospedale hanno sperato in un miracolo.
Caruso lavorava da poco tempo all’hotel Atlantis Bay di Taormina e sabato pomeriggio stava raggiungendo il posto di lavoro in sella al suo scooter, nella frazione Spisone, è avvenuto l’impatto frontale con un’altra moto proveniente dalla direzione opposta, condotta da un 39enne di Santa Teresa di Riva rimasto ferito in modo meno grave.
Tutta la comunità si sta stringendo intorno alla famiglia, ai genitori Enrico e Sabrina in questo momento di profondo dolore.
Tanti i ricordi struggenti da parte delle persone che hanno condiviso con Francesco gli anni della gioventù, gli anni della spensieratezza, dei sogni, dei progetti per la vita.
Il ricordo della cugina Alessia con cui Francesco ha condiviso l’infanzia: “cugi, io non so che dire.. so solo che ho aspettato tutto il pomeriggio fuori dalla sala di rianimazione in cerca di un miracolo.. anche io che non ho creduto mai in niente per un attimo ho sperato che tutto cambiasse.. invece no.. non credevo prima e non credo adesso a niente più che mai.. eri il ragazzo più buono del mondo e il corridoio dell’ospedale tutto pieno di amici e parenti ne è la dimostrazione.. eri rispettato e voluto bene da tutti e non credo ci sia motivo di orgoglio più grande.. Mi ricorderò sempre del tuo sorriso.. di come siamo cresciuti insieme e mi ricorderò di te mentre raccogliamo i vermetti sotto le pietre per poi metterli nei bicchieri.. o correre strade strade di Letojanni estati intere..mancherai per sempre a tutti e nessuno mai ti potrà dimenticare! Ti voglio bene piccolo cucciolo hai distrutto i cuori di tutti .. dai la forza a mamma e papà che lo meritano più di ogni altra persona!! Dai loro la forza ti prego!”.
Una delle insegnanti di Francesco, con grande tristezza ha appreso la tragica notizia: “un insegnante vorrebbe sentire di voi alunni che dopo il diploma realizzate i vostri sogni, e tu Francesco ne avevi tanti da realizzare ancora…Non è giusto…non posso crederci e non posso accettare che per te sia andata così… Ti ricorderò seduto nel tuo banco in prima fila, con la tua simpatia e i tuoi occhi allegri, vivace ma educato sempre…possa la terra esserti lieve giovane anima”.
Anche le società sportive di Letojanni si sono unite al dolore della famiglia.
“La scomparsa di Francesco Caruso ci sconvolge nell’animo e ci rattrista, come compaesani, come genitori e come giovani ragazzi. Non bastano le parole per descrivere un simile dolore, ma chi lo conosceva in questi minuti sta inondando i social di attestati di affetto e stima” è il commento della squadra di calcio dell’ A.S.D. Robur Letojanni.
L’Asd Volley Letojanni “in questo momento triste e drammatico per l’intera comunità, piange la prematura morte del giovane letojannese Francesco Caruso, e si stringe al dolore dei genitori Enrico e Sabrina. Nessuna parola può essere di consolazione e conforto per una perdita così grande ma a loro giunga il nostro più sentito affetto e un forte abbraccio. Un dramma che non è stato vano: Francesco regalerà la vita ad altre persone. I suoi organi saranno donati”.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P