12.4 C
Santa Teresa di Riva
martedì, Marzo 5, 2024
HomeCronacaAntenna telefonia a S. Teresa: l’amministrazione cerca di vederci chiaro e avvia...

Antenna telefonia a S. Teresa: l’amministrazione cerca di vederci chiaro e avvia il procedimento di revoca

C’è una svolta nel caso delle antenne 5G della compagnia telefonica Iliad che sono in fase di installazione a Santa Teresa di Riva. Il comune, ieri, ha avviato un procedimento mirato ad annullare in autotutela il permesso di costruire. A darne notizia è stato il primo cittadino, Danilo Lo Giudice, che ha raccolto le lamentele di tanti cittadini e associazioni preoccupati delle onde elettromagnetiche. Iliad ha iniziato l’installazione dell’antenna sfruttando il silenzio-assenzo da parte dell’ufficio tecnico in un periodo di vacatio per l’immissione a ruolo di un nuovo dirigente. Dopo il summit tra il sindaco Lo Giudice, il direttore dell’Ufficio Tecnico Franco Pagano, il nuovo responsabile del settore Urbanistica Sebastiano Smiroldo e il legale di fiducia Carmelo Moschella, che ha sempre seguito le vicende inerenti le installazioni di antenne, la firma del provvedimento. Da un esame della documentazione presentata dalla ditta di telefonia sono state rinvenute diverse criticità sia da un punto di vista urbanistico che anche amministrativo, pertanto l’ufficio ha predisposto l’avvio del procedimento di annullamento in autotutela del permesso di costruire intimando la non prosecuzione dei lavori.
Si tratta della fase propedeutica all’annullamento che seguirà qualora nei 15 giorni assegnati non pervengano i chiarimenti/permessi che gli uffici comunali ritengono essere essenziali.
“Nel cogliere ovviamente la preoccupazione che l’installazione di una antenna sul territorio comunale può provocare – ha detto il primo cittadino -, abbiamo richiesto all’ufficio tecnico, insieme all’Avv. Moschella, di approfondire la pratica pervenuta da parte dell’operatore delle telecomunicazioni e sono emerse delle criticità nella documentazione presentata. Faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità per tutelare i nostri concittadini. Non amo rispondere alle polemiche sterili – conclude Lo Giudice -, preferisco piuttosto agire concretamente in tutte le sedi e in tutti i modi possibili, sempre nel rispetto delle normative vigenti”.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P