17.4 C
Santa Teresa di Riva
venerdì, Maggio 20, 2022
spot_img
HomePoliticaVillaggio Le Rocce: la decisione finale slitta in primavera?

Villaggio Le Rocce: la decisione finale slitta in primavera?

Servirà ancora tempo per definire il destino dell’ex villaggio turistico Le Rocce. La Città Metropolitana di Messina ha indetto lo scorso anno un bando che al momento non trova ancora una soluzione definitiva, bisognerà decidere se darlo in gestione (in locazione) o se altrimenti ci sarà la vendita del bene. Ma questa decisione potrebbe anche slittare di qualche altro mese anche per le dinamiche politiche messinesi delle ormai prossime dimissioni del sindaco Cateno De Luca. Di fatto la decisione su Le Rocce sarà anche frutto di una valutazione politica e quindi è possibile che si attenda il momento in cui in primavera si voterà a Messina e con l’elezione del nuovo sindaco di Messina si avrà anche il nuovo sindaco della Città Metropolitana, il primo inquilino cioè di Palazzo dei Leoni.

Al momento si è fatto avanti il gruppo Chincherini che vorrebbe realizzare un complesso alberghiero ma il Comune di Taormina (città dove ricade il bene ed il cui sindaco Mario Bolognari fa parte dell’apposita commissione di valutazione istituita dall’ex Provincia) e la Soprintendenza preferirebbero una soluzione che consenta il mantenimento dell’assetto naturalistico del bene per una fruizione aperta a tutti. La speranza è che in un modo o nell’altro si possa arrivare ad una soluzione che consenta di valorizzare questa bellissima oasi che rappresenta una delle aree di pregio della zona a mare di Taormina. Le Rocce venne inaugurato nel 1954, poi chiuso nel 1972 e ad eccezione della breve parentesi in cui fu concesso al mecenate Antonio Presti, nel 2015-2016, è sempre rimasto poi chiuso e in stato di abbandono.

Per la riqualificazione e rifunzionalizzazione de Le Rocce, ricordiamo, si sono fatti avanti l’Hotel Palme Srl (gruppo Chincherini Hotels), che vorrebbe acquistare il complesso e poi sono pervenute altre quattro richieste invece di locazione da: Fondazione Antonio Presti (che ha già gestito Le Rocce nel 2015), la “Turbo Air Oil & Gas” (Milazzo), la “Allegroitalia Edutainment Srl” (Volterra-Pisa) e l’associazione “Ranger Ets-Odv” (Siracusa).

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
0:00
0:00
P