14.4 C
Santa Teresa di Riva
sabato, Marzo 2, 2024
HomeCronacaRoccalumera ritorno al passato. "il cammino delle scuole rurali" verso le contrade...

Roccalumera ritorno al passato. “il cammino delle scuole rurali” verso le contrade di Gadduffi, Cillia ed Tumasa

Roccalumera – Presso il centro sociale Giovanni Paolo II, l’associazione R.O.C.C.A. ha ripreso la propria attività culturale con il convegno “Il cammino…delle scuole rurali”, un progetto ambizioso, che pone l’attenzione al territorio collinare, punto di partenza di tradizione, storia e cultura, principi fondanti dell’associazione. Le contrade rurali come Gadduffi, Cillia, ormai abbandonate, sono state culle di molti nostri concittadini, che hanno vissuto anche a Tumasa, nel territorio di Fiumedinisi, punto di partenza del cammino, perché sede di una scuola rurale fascista dal 1943 al 1953. L’immobile di proprietà del prof. Angelo Cascio, noto storico di Roccalumera, che ha messo a disposizione dell’Associazione, tutto il suo materiale di studio, è appartenuto alla maestra Briguglio Provvidenza, l’ultima maestra, che oggi avrebbe compiuto 100 anni, che lavorò in quella contrada. Poche le testimonianze fotografiche del tempo ma preziose quelle della catechista signora Angela Basile, della signora Caminiti Concetta del signor Polmo Giuseppe, che hanno vissuto la scuola da piccoli ma che ricordando con simpatica lucidità i vari maestri che si sono succeduti, sono stati i veri protagonisti della serata. Anche le figlie della maestra Provvidenza e del maestro Zahami, che hanno concesso all’associazione alcune foto, hanno raccontato qualche aneddoto dei loro genitori e la dedizione al loro lavoro, che comportava sacrificio per raggiungere la contrada ma regalava tanta soddisfazione. Oltre alle testimonianze fotografie, è stato possibile apprezzare due banchi del tempo, prestati dal comune di Antillo e leggere una lettera del patriarca padre Alessio che visse alcuni momenti particolari a Tumasa. Al termine della serata, le attività produttrici di Roccalumera, come azienda caseificio “La Piana”, panificio Onnis – Trimarchi, panificio Guarnera, azienda vinicola Littori, macelleria Luna e macelleria Occhino e la ditta Daniele Tusano per vettovaglie bio hanno offerto prodotti di loro produzione, specialità tipiche, nel segno della genuinità e della semplicità, come al tempo di Tumasa, come argomentato a conclusione del convegno dott. Giuseppe Turiano.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P