13 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Aprile 21, 2024
HomeAttualitàRoccalumera - Ciao Beppe

Roccalumera – Ciao Beppe

Roccalumera – Chi lo poteva pensare, lui che è nato tra le macchine, che da giovanissimo già gareggiava in tutte le gare automobilistiche d’Italia, che guidava con padronanza, che faceva girare l’auto con un dito, chi lo poteva pensare che sarebbe morto in macchina. E così è stato. Beppe Pirrone a 85 anni ha fatto il suo ultimo giro in auto su una pista veloce; ha imboccato l’autostrada e si è diretto a tutta velocità con la sua Fiat Panda verso il casello di Taormina, ma all’uscita della galleria ha trovato la morte: è andato ad impattare contro il muro di cinta: neanche l’airbag l’ha potuto salvare. Muore un campione dell’automobilismo, un professionista del volante, un uomo generoso, affabile, cordiale con tutti. Ed è stato una istituzione per tutti i giovani d’allora, e non solo di Roccalumera. Dopo aver partecipato alle varie corse del campionato automobilistico (già a 24 anni ha preso parte alla Targa Florio a Palermo col nome di zerimar) ha appeso il volante al chiodo. Ha dato vita alla “Scuderia Ficara” (una delle prime in Sicilia) convincendo parecchi giovani a seguire lo sport dell’automobilismo. Nel tempo era diventato presidente della commissione sportiva dell’Automobile Club di Messina e poi delegato. Era conosciuto ovunque, per cultura, esperto di auto da corsa e competente di gare automobilistiche.  Ma era stimato anche per la sua diponibilità, stima e innata generosità. La sua tragica dipartita ha destato dolore e tristezza in quanto hanno avuto la gioia e la fortuna di conoscerlo. (Alla moglie e al figlio sentite condoglianze da parte dei giornalisti della Gazzetta Jonica).
————————
Ho vissuto con Beppe alcuni passaggi importanti della mia vita, sono stato pure suo testimone di nozze. Proveniva da una famiglia facoltosa e, appunto per questo, possedeva fin da giovane una sfavillante macchina, che spesso mi prestava per delle escursioni. Insieme abbiamo fondato la “Scuderia Ficara” negli anni Settanta e abbiamo avuto tantissimi iscritti. Spesso organizzavamo delle gimkane automobilistiche, altre volte esaltanti manifestazioni. Piazza Mazzullo, a Roccalumera, era il nostro quartier generale, dove la sera con tutti i giovani ci incontravamo per provare le macchine lungo i tornanti di Pagliara. In questi ultimi tempi si era allontanato dagli amici, tanto che mi aveva confidato di volersi dimettere da presidente della “Scuderia Ficara”. Ed aveva scritto anche la lettera che mi doveva consegnare durante un nostro incontro. Ma non avrò più questa fortuna di rivederlo. La vil parca nera gli ha sbarrato la strada mentre viaggiava in auto. Un impatto, un tonfo, la morte.  E mentre scrivo una lacrima mi solca lentamente la guancia. Mi asciugo il viso, ma non trovo più la forza di continuare: sono commosso, triste, scoraggiato.  Mi fermo, guardo in alto: Ciao Beppe, continua a correre tra i circuiti del Paradiso. (Pino Prestia).

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P