14.4 C
Santa Teresa di Riva
sabato, Marzo 2, 2024
HomeAttualitàRaddoppio Ferroviario, i mezzi pesanti già mettono paura a Scaletta, Itala, Alì...

Raddoppio Ferroviario, i mezzi pesanti già mettono paura a Scaletta, Itala, Alì Terme, Nizza, Roccalumera, Furci, S.Teresa e S.Alessio

Il Comitato Pro Sant’Alessio Siculo è sceso in campo per denunciano la criticità dei comuni rivieraschi, or che sono iniziati i lavori per il raddoppio ferroviario. La riflessione (di Sebastiano) evidenzia che “Mentre i sindaci della nostra riviera: Messina, Scaletta Zanclea, Itala, Alì Terme, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Furci Siculo, Santa Teresa di Riva e Sant’Alessio Siculo, attraverso riunioni telematiche discutono con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sull’urgenza della costruzione dei tre svincoli provvisori sull’A18 “ad uso esclusivo dei mezzi di cantiere per la realizzazione del raddoppio ferroviario”, i mezzi pesanti dei cantieri del doppio binario hanno già iniziato a circolare nel budello della Strada Statale 114 che attraversa gli abitati della costa. Ma neanche quanto sta accadendo a Milano con drammatici incidenti causati da mezzi pesanti insegna qualcosa alla politica della costa jonica messinese? Questi lavori del doppio binario sono previsti che dureranno almeno fino al 2030, se tutto va bene. La questione è urgente”. Necessita metterci una pezza a questo delicato problema, allora si rischiano chissà quanti incidenti nel corso dei lavori.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P