22 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Ottobre 24, 2021
spot_img
HomeAttualitàPonte sul torrente Agrò, tempi incerti per la sua realizzazione. Si rischia...

Ponte sul torrente Agrò, tempi incerti per la sua realizzazione. Si rischia di fare una nuova gara

Tempo incerti per la realizzazione del nuovo ponte sul torrente Agrò che collega gli abitati di Santa Teresa di Riva e Sant’Alessio Siculo chiuso ormai dal 4 settembre del 2018 per criticità strutturali. Tra un mese esatto saranno trascorsi tre anni e la storia infinita sembra continuare. Stamattina si è svolto un sopralluogo voluto dal deputato regionale del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca a cui hanno partecipato, oltre all’onorevole pentastellato, i responsabili dell’Anas, gli ingegneri Francesco Musto e Cristiano Fogliano e per il Comune di Sant’Alessio, Santino Foti, e l’assessore alla viabilità, Rosario Trischitta. A quanto pare c’è il rischio che si debba fare una nuova gara d’appalto per affidare ad una nuova ditta i lavori.

A quanto pare – spiega l’onorevole De Luca – i residenti di Sant’Alessio e Santa Teresa di Riva rischiano di dover attendere ancora un po’ prima di vedere iniziare i lavori di demolizione e ricostruzione del ponte d’Agrò. Purtroppo infatti bisognerà lasciare trascorrere i prossimi giorni per capire se il raggruppamento d’impresa Mit, che si è aggiudicato l’appalto, sarà in grado di riprendere i lavori e portarli a compimento nel rispetto del cronoprogramma stilato dall’Anas o se invece si dovrà procedere con la risoluzione del contratto e l’individuazione di una nuova impresa”.

Nei giorni scorsi – continua De Luca – mi ero fatto promotore dell’organizzazione del sopralluogo odierno perché volevo rendermi personalmente conto di quale fosse la situazione. L’infrastruttura di collegamento, che oggi è interdetta al traffico e versa in condizioni precarie, rappresenta un importante sbocco viario per chi abita nei due comuni jonici ma anche una fondamentale via di accesso e di fuga in caso di pericolo, e va ripristinata al più presto. Gli eventi alluvionali che nel passato hanno flagellato la zona jonica di Messina non possono non averci insegnato nulla”.

Ringrazio i responsabili dell’Anas per la disponibilità dimostrata ed anche il vice sindaco del Comune di Sant’Alessio, Santino Foti, e l’assessore alla viabilità, Rosario Trischitta, che mi hanno segnalato con grande determinazione la problematica e che stamattina erano presenti all’incontro.

Nelle prossime settimane continuerò a seguire in prima persona la vicenda, affinché nel più breve tempo possibile il vecchio ponte, lungo 300 metri, possa essere demolito e ricostruito per essere finalmente restituito alla fruizione della cittadinanza”.

3 COMMENTS

  1. Il meglio dello stato dell’arte: tutto perfetto, compreso lo smantellamento (solo quello!) dell’asfalto, così si è sicuri che, in caso di torrente con piccola piena, restiamo isolati!!!

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
0:00
0:00
P