25.8 C
Santa Teresa di Riva
sabato, Giugno 12, 2021
spot_img
HomeEconomiaNuovi contributi alle imprese. Stop a tasi, imu e canone Rai

Nuovi contributi alle imprese. Stop a tasi, imu e canone Rai

Spuntano  nuove agevolazioni  che dovrebbero essere più corpose rispetto a quelle precedenti per rilanciare l’economia italiana colpita duramente dal Covid 19. Una serie di misura che comprendono ristori, sconti per gli affitti per le imprese colpite dalla crisi pandemica, agevolazioni per i mutui e per l’acquisto della prima casa per gli under 36, rifinanziamento del reddito d’emergenza, rinvio della plastic tax al 2022. Le novità riguardano anche le imposte comunali Tari, Imu (prima rata) e la tassa sui tavolini per bar e ristoranti. Prorogate anche le misure per la liquidità alle imprese ed esteso fino al 20 settembre lo smart working nel privato. Gli incentivi riguardano anche le associazioni sportive per le spese sostenute per effettuare i tamponi.

Contributo Sostegno
Per quanto concerne il nuovo contributo sostegno per le imprese, legato purtroppo  sempre al calo del fatturato del 30%, prevede due interventi:

Il primo è simile al contributo del primo decreto Sostegni: coloro che avevano legittimamente diritto alla percezione del contributo previsto dall’articolo 1 del DL n. 41/2021 (perdita media mensile maturata fra 2020 e 2019), possono ottenere un importo identico a quello precedente senza necessità di presentare nuove istanze.

Il nuovo contributo a fondo perduto, invece, prende in considerazione un diverso periodo che inizia dal 1° aprile 2020 ed arriva fino al 31 marzo 2021.

Il calo di fatturato medio mensile viene valutato in questo intervallo di tempo rispetto al periodo 1 aprile 2019 – 31 marzo 2021; questo permette di aiutare sia coloro che non rientravano nei parametri del Sostegni1 e sia coloro che, pur avendo diritto al primo contributo, hanno avuto più riduzione di fatturato e quindi possono percepire un importo superiore rispetto al DL 41.

Stop al canone Rai
Tra le novità spunta l’esonero per le strutture ricettive, bar e ristoranti al pagamento del canone Rai per l’anno  2021.

Reddito d’emergenza
Novità anche per Il reddito di emergenza sarà riconosciuto anche per i mesi di giugno e luglio. Il decreto allunga la durata (marzo, aprile e maggio) del Rem previsto nel primo decreto Sostegni. La domanda deve essere presentata all’Inps entro il 30 giugno 2021.

Esonero Imu e sconto su tassa rifiuti 2021
Saranno esonerati dal pagamento della prima rata Imu le imprese in difficoltà beneficiarie dei contributi a fondo. L’esenzione si applica solo agli immobili nei quali i soggetti passivi esercitano le attività di cui siano anche gestori. E’ previsto pure uno stanziamento  pari a 600 milioni di euro per l’anno 2021 finalizzato alla concessione da parte dei comuni di una riduzione della Tari. La bozza prevede la riduzione della tassa rifiuti  per quelle categorie economiche interessate dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni nell’esercizio delle rispettive attività.

Sgravi per affitti
Sgravi fiscali sugli affitti per le imprese  e i professionisti con ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro, che abbiano registrato perdite di fatturato di almeno il 30% rispetto all’ammontare medio mensile del 2019. L’agevolazione comprende i mesi che vanno da gennaio a maggio 2021.

I beneficiari dei contributi a fondo perduto del primo decreto Sostegni potranno continuare a beneficiare un credito d’imposta al 60% dell’ammontare mensile del canone di locazione di immobili a uso non abitativo e al 30% dell’ammontare mensile dei canoni per l’affitto d’azienda.

Prorogati fino al 31 maggio anche gli sgravi per gli affitti (al 60% del canone mensile per gli immobili a uso non abitativo e al 50% per i canoni d’affitto delle locazioni d’azienda) per strutture alberghiere, agrituristiche, agenzie di viaggio, tour operator e stabilimenti termali, indipendentemente dal volume di ricavi e compensi registrato nel periodo d’imposta precedente. In totale sono previsti 2,25 miliardi.

 

Fondo mutui prima casa esteso al 31/12
C’è la proroga fino al 31 dicembre 2021 delle deroghe per l’accesso al Fondo di solidarietà per la sospensione dei mutui relativi all’acquisto della prima, si legge ancora nella bozza, che estende la durata e conferma l’accesso al Fondo Gasparrini ad una platea di soggetti più vasta rispetto a quella cui ordinariamente si rivolge il Fondo, sul presupposto della permanenza su questi soggetti delle difficoltà economiche originate dai provvedimenti adottati dal governo per il contenimento della diffusione del virus.

I lavoratori stagionali del settore turistico che anno ricevuto una tantum per il trimestre marzo, aprile e maggio 2021, dovrebbero beneficiare di altre due mensilità (giugno e luglio), ma tutto è ancora da definire.

 

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

0:00
0:00
P