21.7 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Giugno 16, 2024
HomeAttualitàS. Teresa. Aiuti alle imprese, il Pd propone l'istituzione di tre fasce

S. Teresa. Aiuti alle imprese, il Pd propone l’istituzione di tre fasce

S. TERESA – Il circolo del Pd di S. Teresa, con riferimento alla drammatica emergenza causata dal Covid-19, ha fornito una nuova serie di proposte a favore di famiglie bisognose, imprese e lavoratori autonomi. “I drammatici disagi economici che queste categorie stanno subendo – spiega il segretario Angelo Casablanca – giustificano provvedimenti eccezionali, selettivi e concreti”. La prima proposta è relativa all’annullamento di tutte le manifestazioni estive in programma ed in corso di programmazione nel 2020, destinando tutte le risorse già stanziate in bilancio o facendo le opportune variazioni a tutte le imprese, lavoratori autonomi e famiglie in condizioni di povertò e disagio sociale. “Di oggi – aggiunge Casablanca – è il dato che in Italia esiste il rischio concreto di dieci milioni di persone in stato di povertà. Di settimane fa gli annullamenti di eventi planetari come le Olimpiadi, Europei di Calcio, Wimbledon, tanto per citarne alcuni,di giorni fa l’annullamento dell’evento October Fest di ottobre 2020 a Monaco di Baviera”. La seconda proposta riguarda i criteri di assegnazione, che devono rispettare i principi di equità e solidarietà, dividendo le imprese e lavoratori autonomi in tre fasce, determinate dai tempi di chiusura imposti dai provvedimenti del Governo Nazionale. Nella prima fascia, con un contributo maggiore, tutte le attività chiuse totalmente nel periodo di lockdown (bar, ristorazione, parrucchieri, estetisti, negozi di generi vari ect.). Nella seconda fascia le altre attività che hanno avuto una chiusura parziale, con orari ed attività ridotta. Nella terza fascia tutte le attività che hanno svolto il ruolo di servizio essenziale per la comunità, ma hanno subito meno danni economici. Per il Pd, l’istruttoria delle pratiche di contributo necessita della massima semplificazione, della massima autocertificazione delle domande in modo da consentire la massima celerità nell’erogazione dei contributi, anche con il potenziamento dei mezzi a disposizione degli uffici comunali preposti. Infine, l’approvvigionamento delle mascherine necessarie per affrontare in sicurezza la cosidetta “fase 2” per tutta la cittadinanza, necessita di un intervento piu’ risoluto e concreto da parte dell’Amministrazione comunale nei riguardi del Governo regionale, che in questa emergenza ha badato alla propaganda ed alla politica degli annunci, piuttosto che alla concreta assistenza agli Enti locali.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P