31.8 C
Santa Teresa di Riva
venerdì, Giugno 21, 2024
HomeAttualitàTrasferta a Palermo di alunni, genitori e insegnanti dell'istituto comprensivo di Roccalumera...

Trasferta a Palermo di alunni, genitori e insegnanti dell’istituto comprensivo di Roccalumera per  rendere omaggio a Falcone e Borsellino 

 

ROCCALUMERA – Per vedere da vicino  i ricordi dei magistrati Giovanni Falcone  e Paolo Borsellino e per meglio studiare  la loro caratteristica lotta alla mafia, ieri il dirigente scolastico Mirella Guta, alunni e genitori, con docenti ed accompagnatori dell’istituto comprensivo di Roccalumera,si sono recati a Palermo, per visitare i luoghi legati alla memoria di questi due giudici che hanno dato la vita per sconfiggere la mafia.  L’iniziativa si inquadra nel progetto lettura , viaggio tra le pagine di un libro,  “per questo mi chiamo Giovanni” di Luigi Garlando. Nei giorni scorsi il dirigente scolastico, consapevole che ciò  poteva rappresentare un significativo arricchimento dell’offerta formativa, ha condiviso il desiderio di approfondimento della cultura della legalità, accogliendo la proposta mostrata dagli scolari e dai loro genitori.

E così ieri dallo spiazzale di Furci verde un pullman con a bordo maestranze, studenti e accompagnatori, trentacinque in tutto,  sono salpati alla volta di Palermo, per toccare con mano i luoghi della memoria dei due giudici. Nella capitale della Sicilia hanno visitato l’albero Falcone presso l’abitazione in cui visse il magistrato, punto di partenza della rivolta della società civile contro la violenza mafiosa in via Notarbartolo; successivamente hanno incontrato la professoressa Maria Falcone, sorella del magistrato, ed infine hanno visitato il museo “Falcone Borsellino” presso il palazzo di Giustizia. Guida di eccezione, per gli alunni, genitori e maestranze di Roccalumera, Giovanni Parpacuri autista di Falcone sopravvissuto alla strage Chinnici nell’estate del 1983. Non poteva mancare la visita in via D’Amelio, per rendere omaggio al giudice e agli uomini di scorta ed infine per ammirare l’ulivo della pace, fatto piantare dalla mamma di Borsellino  in memoria del figlio e di tutta la scorta. Il dirigente scolastico Mirella Guta ha invitato per questo trasferta a Pelermo per una pagina di storia sui magistrati Falcone Borsellino, gli alunni: Valerio Arizzi,  Andrea Allegra,  Andrea Zappalà,  Lorenzo Smiroldo, Carmelo Saitta e Raffaele Cagna.; i docenti accompagnatoti:  Giuseppa Abate,  Virginia Caffo; e infine i famigliari: Roberto Arizzi,     Marina Cucinotta, Massimiliano Zappalà, Fabio Smiroldo, Marcella Allegra, Samuel Smiroldo,  Giuseppe Saitta, Tiziana Maggio, Mario Cagna, Daniela Lenti,  Giulia Franchi, Andry Palella, Daniela Mercurio, Giuseppe Allegra e Vincenzo Foti.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P