22.3 C
Santa Teresa di Riva
venerdì, Giugno 14, 2024
HomeAttualitàIl giovane sacerdote Giovanni Sturiale accolto dai fedeli di Roccalumera 

Il giovane sacerdote Giovanni Sturiale accolto dai fedeli di Roccalumera 

ROCCALUMERA – Dopo che l’arcivescovo di Messina mons. Giovanni Accolla lo aveva ordinato sacerdote in Cattedrale, Giovanni Sturiale ha celebrato la sua prima messa a Roccalumera,  suo paese natale, davanti a centinaia di fedeli, amici, amministratori comunale ed i parroci del comprensorio jonico. In prima fila mamma Cettina e papà Francesco oltre le autorità locali. La cerimonia religiosa si è svolta nella chiesa S.Maria del Carmelo di cui è titolare Gaetano Murolo, il parroco che lo ha visto crescere e che lo ha avviato sulla strada del Signore. Lo scorso 12 settembre era stato ordinato diacono nella locale chiesa S. Maria del Carmelo dal vescovo mons. Benigno Luigi Papa. Studente all’Università di Messina, il novello sacerdote ha conseguito brillantemente la laurea in Scienze del Governo e dell’Amministrazione. È stato componente per tanti anni del gruppo folklorico “Canterini della Riviera Jonica di Melino Romolo” all’interno del quale si è distinto nel ballo e, soprattutto, nel canto. Negli anni successivi alla laurea, tempo di lavoro e di sano divertimento, ha sentito crescere lentamente e inesorabilmente il desiderio di donare la sua vita al Signore e alla chiesa, fino alla decisione di entrare in seminario per portare avanti il progetto di Dio per lui. Così, dopo aver conseguito il Baccalaureato in Sacra Teologia, oggi Giovanni gioisce per il dono dell’ordinazione sacerdotale. Da circa due anni è stato chiamato a svolgere il suo servizio pastorale nella Segreteria dell’Arcivescovo, dove ancora si trova e vive. Alla fine della celebrazione il novello sacerdote, visibilmente emozionato, ha dichiarato: “Sono davvero felice. E’stato un percorso continuo di crescita umana e spirituale che mi ha portato ad amare sempre di più la Chiesa e il Sacerdozio”. Commosso pure padre Gaetano Murolo, che ha avuto parole di stima e di largo affetto durante la cerimonia religiosa che si è svolta nella sua chiesa. 

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P