25.4 C
Santa Teresa di Riva
giovedì, Giugno 13, 2024
HomeSport CalcioCalcio: Valdinisi, la matricola terribile

Calcio: Valdinisi, la matricola terribile

Nel campionato di Prima Categoria girone D la neopromossa Valdinisi centra il lusinghiero traguardo dei play-off. La vittoria esterna in quel di Piedimonte consente infatti ai ragazzi di mister Perrone di assestarsi aritmeticamente nella griglia di quelle squadre che si contenderanno l’altro posto utile per la scalata alla Promozione, traguardo già raggiunto dalla Paternese. Battendo domenica prossima la Robur in casa i nisani avrebbero la certezza del terzo posto circostanza che consentirebbe loro di disputare la semifinale in casa e avendo dalla loro anche la possibilità del pareggio come risultato utile. Inoltre l’eventuale concomitanza di risultati quali vittoria dei nisani contro la Robur e la contemporanea sconfitta del Fiumefreddo a Francavilla porterebbe il team del presidente Manoti al secondo posto col beneficio di cui sopra allargato anche all’eventuale finale. Un risultato sperato, quello dei play-off, cullato, sospirato, pronunciato a bassa voce conoscendone le difficoltà di centrarlo vista l’agguerrita concorrenza ma l’averlo centrato rientra se vogliamo nello spirito di serietà e abnegazione al lavoro cui è stata improntata la politica societaria: quella di dare il massimo e la consapevolezza che la politica del lavoro e lo spirito di gruppo alla fine paga. Numeri incontrovertibili: i gemelli del gol Ivan Briguglio e Pistone, rispettivamente 18 e 13 reti hanno ripagato la fiducia di quanti avevano scommesso su questa coppia d’attacco (due volte poker per il primo, una tripletta per il secondo), dieci giocatori diversi andati a segno per complessive 48 reti (senza tenere conto di quelle della trasferta di Messina contro lo Sporting che sono state annullate e sostituite da uno 0-3 a tavolino), grande assetto difensivo, portiere di sicura affidabilità e centrocampo double-face, operaio quando occorre ma al contempo dotato di grande tecnica. Su tutto lo spirito di gruppo e il crederci fino all’ultimo (emblematici alcuni risultati ottenuti in zona Cesarini, vedi il pareggio fuori casa a Messina contro l’Atletico o la vittoria casalinga contro il Fiumefreddo). Il mister, Sebastiano Perrone, da parte sua ha infuso sempre fiducia e serenità cavando da ciascun giocatore il meglio e coraggioso nell’apportare alcune varianti tattiche e cambi di ruolo che si sono rivelati vincenti. Il Valdinisi è più che mai una realtà: l’insolito connubio Alì Terme/Nizza di Sicilia, da molti deriso all’inizio, è più in salute che mai e fa sognare i suoi supporters impegnatissimi nel seguire non soltanto la prima squadra ma anche i ragazzi degli Allievi e della categoria Giovanissimi.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P