27.2 C
Santa Teresa di Riva
lunedì, Giugno 24, 2024
HomeSportPioggia di reti al "Franco Scoglio", il Melfi conquista i tre punti.

Pioggia di reti al “Franco Scoglio”, il Melfi conquista i tre punti.

Il Messina commette un altro passo falso verso la salvezza. La situazione, adesso, è più complicata complice la vittoria dell’Akragas sulla Casertana e del Monopoli sul Taranto. Cambio di modulo rispetto alla scorsa partita, anche per fronteggiare l’assenza di De Vito e per salvaguardare Rea e Mancini; il Mister Lucarelli si schiera con il 3-5-2: Berardi a difendere i pali; Bruno, Maccarone e Palumbo in difesa; Grifoni, Foresta, Musacci, Da Silva e Sanseverino a comporre la linea di centrocampo; Milinkovic e Madonia uniche due punte. Il match è stato caratterizzato dai troppi errori di entrambe le squadre che hanno favorito il rocambolesco risultato. Primo tempo giocato male dai ragazzi del Patron Proto, invece, nel secondo, i calciatori si sono riversati in avanti cercando il pareggio, che con un pizzico di fortuna e di concentrazione in più molto probabilmente sarebbe arrivato. Resta solo da continuare a lavorare, con la tenacia e la voglia di conquistare i risultati che ha contraddistinto il cammino dei giallorossi sino ad ora. Nella prossima partita il Messina affronterà il Lecce, al “Via Del Mare” per poi tornare al “Franco Scoglio” domenica 30 aprile contro il Cosenza. Mancano solo tre partite, tre finali da conquistare.

Primo tempo

Dopo pochi minuti dal fischio d’inizio, Romeo cerca la rete, ma il suo tiro è troppo debole. Passa il tempo ed è il Melfi più pericoloso, al 17′ cross per Foggia che non riesce ad inquadrare lo specchio. Per vedere la prima occasione del Messina dobbiamo attendere il 25′ quando, Da Silva cerca di sorprendere Gragnaniello con un tiro dalla tre quarti, ma l’estremo difensore ospite blocca in due tempi. Al 36′ si sblocca la partita, da un calcio d’angolo molto dubbio a favore del Melfi, schema dei ragazzi di Destino che porta al tiro Lodeasi, Berardi salva il risultato ma si deve arrendere al tap-in di Marano. Dopo tre minuti raddoppio del Melfi, sempre da calcio d’angolo, la palla battuta da Esposito finisce sui piedi di capitan Laezza che da pochi metri non fallisce l’appuntamento con il gol. Dopo due minuti di recupero, duplice fischio del Sig. Andreini, risultato parziale Messina-Melfi 0-2

Secondo tempo

Secondo tempo che vede diversi errori da entrambe le parti, a farne le spese soprattutto i giallorossi di Mister Lucarelli. Al 55′ Messina pericoloso con il neo entrato Ciccone che recupera la sfera e serve Da Silva, in numero 21 tenta l’incursione in area ma viene fermato da Leazza. Nel momento migliore del Messina, arriva il triplo vantaggio del Melfi, ripartenza degli ospiti che coglie impreparata la difesa giallorossa e De Vena riesce ad insaccare. Cinque minuti dopo il Messina accorcia le distanze, contropiede condotto da Milinkovic che serve Madonia, il numero 11 da pochi passi trafigge Gragnanello. Al 75” ancora Messina in avanti, Grifoni serve al centro Musacci che in sforbiciata indirizza la sfera in porta, ma il numero 1 del Melfi fa gli straordinari e salva il risultato. Dopo appena cinque minuti errore di Milinkovic che fa partite il contropiede di Foggia che a tu per tu contro Berardi non sbaglia. All’82’  punizione per il Messina, da buona posizione, battuta da Ciccone che si spegne alta. Prima del triplice fischio c’è il tempo per un altro gol per il Messina realizzato dal classe 96 Marseglia abile ad anticipare i difensori ospiti. Dopo un minuto Ferri solo contro Gragnanello spreca un’ottima occasione. Al 90′ ci prova milinkovic dal limite dell’area ma il suo tiro è alto. Un minuto prima del triplice fischio il Messina accorcia le distanze con il gol di Musacci servito dall’out di sinistra da Milinkovic. 90’+4′ l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi, risultato finale Messina-Melfi 3-4

Il tabellino. Messina – Melfi 3-4

Marcatori: al 35’ pt Marano (ML), al 39’ pt Laezza (ML), al 15′ st De Vena (ML), al 19′ st Madonia (MS), al 29′ st Foggia (ML), al 37′ st Marseglia (MS), al 49′ st Musacci (MS).

Messina (3-5-2): Berardi; Bruno, Maccarrone, Palumbo (34’ pt Marseglia); Sanseverino (5’ st Ciccone), Foresta (20′ st Ferri), Musacci (K), Da Silva, Grifoni; Milinkovic, Madonia (VK). 
A disp: Benfatta, Russo, Ansalone, Rea, Akrapovic, Capua, Mancini, Rota, Ventola.
Allenatore: Cristiano Lucarelli.

Melfi (3-4-1-2): Gragnaniello; Grea (8′ st Libutti), Laezza (K), Romeo (VK); Obeng, Esposito, Vicente. Lodesani; Marano (26′ st Demontis); Foggia, De Vena (40′ st Mangiacasale).
A disp: Gava, Viola, Battaglia, Ferraro, De Angelis, Pandolfi.
Allenatore: Andrea Destino (Aimo Diana squalificato).

Arbitro: Davide Andreini di Forlì.
Assistenti: Pietro Guglielmi e Daniele Colizzi di Albano Laziale.

Ammoniti: all’11’ pt Grea (ML), al 46’ pt Milinkovic (MS), al 40′ st Grifoni (MS) e De Vena (ML).

Corner: 12-2.
Recupero: 2’ pt e 4′ st.
Spettatori: 1.500 circa(2 ospiti).

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P