27.7 C
Santa Teresa di Riva
mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeAttualitàBiblioteca, quando riapre? Tempi ancora lunghi o si aspetta il clima elettorale...

Biblioteca, quando riapre? Tempi ancora lunghi o si aspetta il clima elettorale per un’altra “parata”?

SANTA TERESA DI RIVA – Quando riapre la biblioteca comunale? E’ chiusa da due anni , da quando i suoi locali al Palazzo della Cultura di Villa Ragno  vennero “requisiti” per ospitare l’asilo nido comunale i cui locali sarebbero stati interessati  (si disse allora per sei mesi) da lavori di ampliamento. Due anni sono durati questi lavori. Da due anni la comunità santateresina non può più usufruire della sua biblioteca.  Ora che l’asilo nido è stato ampliato, i nuovi locali inaugurati con una cerimonia pubblica che ha visto anche l’intitolazione di questa struttura alla “Montessori”, i piccoli ospiti hanno già cominciato a frequentarlo, ma di riportare la biblioteca al Palazzo della Cultura non se ne parla. I libri, le stampe, le riviste, i dischi, i videotape, giacciono in scatoloni ammucchiati da qualche parte, inutilizzabili. Tutti si chiedono quando riaprirà senza avere risposte dal palazzo.

La biblioteca comunale di Santa Teresa di Riva era un fiore all’occhiello non solo di Santa Teresa di Riva ma di tutta la Riviera Jonica, con i suoi oltre 40 mila volumi e supporti multimediali con robuste collane di riviste e giornali e le tante collezioni private (anche di dischi) donate al Comune da appassionati collezionisti passati a miglior vita. I suoi locali sono stati destinati, nel 2015, “temporaneamente” all’asilo nido, senza che ne fossero stati predisposti di alternativi. Doveva essere un traslòco breve, un anno, perché a gennaio 2016 il nuovo asilo nido sarebbe stato pronto ed i bebè sarebbero traslocati, lasciando campo libero ai libri da consultare. Niente di tutto questo. Nell’attesa che venga quel giorno, la comunità continua ad essere penalizzata. I volumi sono stati impacchettati e depositati negli scantinati del Municipio, in attesa di giorni migliori, in cui potranno finalmente respirare aria pura.

Il direttore della biblioteca, dottor Massimo Caminiti, che nel frattempo si occupa di servizi sociali per non restare con le mani in mano, aveva preventivato per dicembre 2016 la fruibilità della biblioteca. “Ma non ci sono notizie sicure”, ci aveva detto. Un altro inverno è passato, siamo alla primavera del 2017 e la biblioteca resta ancora nei ricordi della gente.

Istituita nel 1977 ma aperta al pubblico dal 1984, è una delle più antiche del comprensorio jonico e vanta un patrimonio di circa 40mila volumi, con una fornita sezione di periodici (circa 30) e una sezione di audiovisivi didattici (oltre un migliaio) su tematiche e problematiche di attualità o di film d’autore, con cataloghi audiovisivi e sezioni dedicate ai ragazzi. 

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P