19.4 C
Santa Teresa di Riva
sabato, Giugno 15, 2024
HomeAttualitàComune multato dall'Asp5 per l'impianto di messa a terra del Municipio

Comune multato dall’Asp5 per l’impianto di messa a terra del Municipio

SANTA TERESA DI RIVA – Il Comune di Santa Teresa di Riva è stato multato dall’Asp di Messina di 550 euro per violazione alla normativa della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Il Dipartimento di Prevenzione dell’Asp in seguito ad un sopralluogo accertava che il palazzo municipale non aveva regolare impianto di messa a terra, e ciò costituiva violazione alla legge in materia di tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro “con particolare riferimento alla valutazione dei rischi, alle misure generali di tutela, alla formazione dei lavoratori, all’istituzione del servizio di prevenzione e protezione”, perché il datore di lavoro “ha l’obbligo di richiedere la verifica periodica dell’impianto di messa a terra e dei dispositivi di prevenzione dalle scariche atmosferiche, e la verifica periodica dell’intero impianto elettrico”.

Il Comune è stato quindi multato per non avere ottemperato a queste disposizioni e per non avere denunciato l’esistenza dell’impianto di messa a terra all’Inail e all’Asp. Una volta ricevuto il verbale di verifica il Comune ha provveduto a mettersi in regola così ha ottenuto dall’Asp una riduzione della multa a “soli” 550 euro (dei 2000 previsti), che il direttore dell’area pianificazione e gestione del territorio ha già provveduto a liquidare.

Il controllo del territorio da parte degli ispettori del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp5 è capillare, per cui siamo certi che tali verifiche siano state estese ad altri luoghi di lavoro pubblici, come per esempio la scuola elementare “Felice Muscolino” dove, citiamo a caso, l’impianto antincendio è “pro forma” visto che le manichette non sono collegate alla rete idrica, per cui in caso malaugurato di incendio si può solo soffiare sulle fiamme. Situazione, questa, che si protrae da troppo tempo (dall’amministrazione Bartolotta, anno 2000) e nonostante le tante segnalazioni e sollecitazioni d parte del nostro giornale,  e nonostante che l’attuale amministrazione si dichiari sempre vicina alle esigenze di sicurezza per i piccoli delle scuole cittadine. Non vogliamo nemmeno immaginare cosa potrebbe succedere in caso di incendio. 

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P