22.7 C
Santa Teresa di Riva
giovedì, Giugno 13, 2024
HomeAttualitàDi Maio: “necessario parlare di cyber-sicurezza a G7 di Taormina”

Di Maio: “necessario parlare di cyber-sicurezza a G7 di Taormina”

“Crediamo che l’argomento della Cyber sicurezza debba essere affrontato con grande priorità e per questo chiediamo che le grandi nazioni lo facciano nel G7 di Taormina e del G20 di luglio in Germania. Se in questo paese c’è il rischio che vengano spiati i computer del Presidente del Consiglio, dei Ministri e dei parlamentari, immaginiamoci quale sicurezza possa mai essere garantita alle imprese e ai cittadini”. Lo ha dichiarato il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio in occasione di un meeting di approfondimento dei temi della cyber-security organizzato dal M5S a Montecitorio.

Per il M5s occorre “collaborare per garantire soprattutto la sicurezza delle informazione delle nostre infrastrutture strategiche e delle nostre imprese. Non si deve ledere la privacy dei cittadini ma mettere in piedi norme e strutture per evitare che altri paesi o malintenzionati tentino di accedere alle nostre informazioni”.

I fatti di questi giorni hanno prepotentemente portato in primo piano gli aspetti connessi al funzionamento o meno della cosiddetta “cybersicurezza”, ovvero un’insieme di discipline impiegate per garantire i sistemi informatici dall’intrusione di hacker o di ospiti indesiderati. In particolare si tratta delle tecnologie, dei processi e delle pratiche elaborate per proteggere reti, computer e dati da attacchi informatici, danni o accessi non autorizzati. Nel mondo le aziende e gli Stati nazionali hanno speso miliardi di dollari in sicurezza informatica ma i risultati, a quanto pare, non sono stati sufficienti e così, alle porte del G7, è più che mai d’attualità l’eco del polverone determinato dalle intrusioni hacker nei sistemi informatici americani alle recenti elezioni ed è di qualche giorno fa la vicenda dei due arresti in Italia per spionaggio.

E adesso si parla, alle porte del G7, dell’eventualità di un Ministero per la cybersicurezza in Italia. Potrebbe essere una risposta concreta per proteggere il nostro sistema Paese: o forse ha ragione chi sostiene che nessuno può sentirsi al sicuro? Di certo c’è che il cyber offre tantissime opportunità, ma anche rischi che possono essere mitigati soltanto attraverso una difesa collettiva e centralizzata.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P