24.5 C
Santa Teresa di Riva
sabato, Maggio 18, 2024
HomeAttualitàTurismo religioso, approvato il progetto di Furci, Roccalumera, Pagliara, Letojanni, S.Alessio, Savoca,...

Turismo religioso, approvato il progetto di Furci, Roccalumera, Pagliara, Letojanni, S.Alessio, Savoca, Casalvecchio e Forza d’Agrò.

FURCI SICULO –  Questa volta i Comuni della provincia jonica del Messinese hanno fatto la parte del leone  nel bando regionale sul “Turismo religioso”. Su ottantadue amministrazioni comunali che hanno partecipato all’iniziativa promossa dalla Regione Sicilia, solo 12 sono state ammesse e tra queste ben otto sono del comprensorio jonico. Si tratta di Furci Siculo, Roccalumera, Pagliara, Letojanni, S.Alessio Siculo, Savoca, Forza d’Agrò e Casalvecchio Siculo.  Capofila del piano di lavoro è l’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, che ha raccordato gli elaborati delle singole amministrazione che ne hanno fatto richiesta, presentando all’assessorato regionale al turismo un progetto globale, per l’importo complessivo di duecentomila euro.  Il presidente dell’Unione, Domenico Prestipino, si è attivato per portare avanti questa iniziativa, che sicuramente darà una spinta innovativa al turismo, e non solo religioso. Il geom. Saverio Palato, assessore al comune di Furci Siculo, ha un pò coordinato il lavoro, assemblando i progetti dei vari comuni. “Si tratta di un progetto interessante – ha dichiarato Palato – perché saranno messe in rete da parte dell’assessorato regionale al turismo le parrocchie che si potranno visitare in questi comuni, la loro storia, il percorso per raggiungerle”. Davanti ad ogni chiesa, inoltre, sarà installato un totem con le indicazioni della struttura religiosa ed anche il percorso per raggiungere quella più vicina. “Insomma – ha concluso l’assessore di Furci – il turista che passerà le vacanze in questo comprensorio, già sa dove andare, la storia della chiesa e cosa c’è da visitare”.  Il tour religioso  lungo i comuni del comprensorio jonico  sicuramente sarà uno dei più affascinanti di tutta la Sicilia. Non solo perché si possono visitare strutture architettoniche e ricche di storia, ma perché ben amalgamate all’interno di un percorso che spazia tra il mare e la collina e che unisce le antichissime chiese dell’Unione dei Comuni. Tra cui quella di San Sebastiano a Pagliara con la chiesetta del S.Crocifisso (del 1700) a Roccalumera; dalla Santissima Annunziata a Forza d’Agrò, edificata agli inizi del Quattrocento, alla chiesa Madonna della Lettera, l’edificio più antico di Furci Siculo,  e all’abbazia dei santi Pietro e Paolo d’Agrò a Casalvecchio Siculo. Quest’ultimo, monumento nazionale e gioiello dell’architettura bizantina. Questo percorso religioso è veramente interessante e  porterà certamente sviluppo turistico in tutto il comprensorio. L’unica cosa è come arrivarci, considerato che alcune chiese, come  il monumento di San Sebastiano, che per raggiungerlo necessita attraversare il torrente Pagliara, e l’abbazia  dei SS. Pietro e Paolo, che per arrampicarsi fin sopra la frazione San Pietro non sarà certamente impresa facile.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P