30 C
Santa Teresa di Riva
martedì, Giugno 25, 2024
HomeAttualitàLe novità del modello 730/2014. Aumentate le detrazioni per i figli a...

Le novità del modello 730/2014. Aumentate le detrazioni per i figli a carico. Irpef sui fabbricati.

Novità importanti per il modello 730/2014. Le Entrate hanno messo a disposizione dei contribuenti i nuovi modelli dichiarativi. Da quest’anno tutti i dipendenti senza sostituto (ad esempio quelli che hanno perso un lavoro fisso) possono presentare il 730 anche se il risultato finale della dichiarazione si chiude a debito. Le operazioni di conguaglio possono essere effettuate avvalendosi di un caf o un professionista abilitato. Per quanto riguarda i crediti, al rimborso, provvederà l’Agenzia delle Entrate, mentre per le liquidazioni a debito la delega di versamento dovrà essere versata dal contribuente. L’altra novita riguarda la detrazione base per ciascun figlio a carico passa da 800 a 950 euro, quella per figli di età inferiore a tre anni da 900 a 1.220 euro e la detrazione aggiuntiva per ogni figlio disabile passa da 220 a 400 euro. Sconto maggiore per e donazioni alle Onlus e in favore delle popolazioni colpite da calamità pubbliche o da altri eventi straordinari e quelle devolute a partiti e movimenti politici. L’aumento dal 19% al 24%. Il bonus energetico per i pagamenti effettuati dopo il 6 giugno 2013 è stato elevato dal 55% al 65%. Si riduce invece lo sconto irper per i premi si assicurazionie sulla vita e contro gli infortuni. L’importo massimo su cui calcolare lo sconto passa da 1291,00 a 630,00 euro. Infine per coloro che hanno sostenuto spese di ristrutturazione, spetta per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, un ulteriore bonus del 50% sulla spesa sostenuta (massimo fino a 10.000,00 euro). Bonud da ripartire in dieci anni. Soggette a Irpef le abitazioni non locate situate nello stesso comune nel quale si trova l’abitazione principale. Per i fabbricati locati la deduzione forfettaria del canone dal 2013 è scesa dal 15% al 5%, mentre se si opta per la cedolare secca l’aliquota agevolata è passata dal 19% al 15%, ma solo per i contratti di locazione a canone concordato.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P