30.6 C
Santa Teresa di Riva
mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeAttualitàS.Teresa, la minoranza ritorna in campo

S.Teresa, la minoranza ritorna in campo

SANTA TERESA DI RIVA – “Il gruppo di minoranza c’è, è compatto, siamo tutti e cinque presenti sul territorio ad ascoltare i cittadini, anche se dobbiamo essere più incisivi e visibili”. Il capogruppo di minoranza, Antonio Di Ciuccio, anche a nome dei colleghi Davide Trimarchi, Santino Veri, Sebastiano Pinto, Franco Brancato , accetta la bacchettata “per scarso rendimento” che gli arrivata ieri da questo giornale che si interrogava su che fine avesse fatto la minoranza a Santa Teresa di Riva un anno e mezzo dopo le elezioni amministrative, e rilancia l’attività del gruppo che è e resta “contrapposto e alternativo” all’attuale amministrazione della quale pochissime cose possono essere condivise. Di Ciuccio annuncia anche la presentazione nei prossimi giorni di alcune interrogazioni che incideranno particolarmente sui temi che maggiormente stanno animando il dibattito politico in città, ma non fa anticipazioni visto che oggi dovrebbe essere rilasciato un comunicato stampa in cui si fa il punto della situazione, ma una cosa ci preme a puntualizzarla sin da subito. E riguarda la “solidarietà pelosa” espressa dal sindaco per l’articolo di ieri che riguardava il gruppo di minoranza. Il sindaco De Luca aveva espresso “preliminarmente la mia solidarietà politica alla minoranza consiliare” per l’attacco cui era stata fatta oggetto: “Respingo al mittente la solidarietà espressa, non siamo sotto attacco, accettiamo i rilievi della stampa, alla quale riconosciamo, a differenza di altri, il diritto di critica”. Tanto per mettere i puntini sulle “i”.

Ma quello che ci preme sapere è cosa si sta facendo per il futuro, per dare voce a chi non condivide l’attuale gestione amministrativa.

“Stiamo lavorando per il futuro, anzi ne approfitto per invitare coloro che non condividono le iniziative del palazzo, a collaborare, con idee e proposte. Il nostro gruppo è aperto a nuovi contributi, vuole raccogliere coloro che in passato non si sono sentiti rappresentati dalle forze in campo, ma hanno voglia di cambiare rotta, di aprire una nuova strada alla politica pulita. Formeremo una nuova classe dirigente aperta al contributo di tutti, non ci sarà un uomo solo al comando, ma si lavorerà tutti insieme per un nuovo percorso che ci affranchi da clientele e comitati di affari. La pulizia morale e la schiena dritta, prima di tutto”.

Sono solo alcuni dei concetti che sono stati espressi dal capogruppo Di Ciuccio nel corso di un breve incontro nel quale anticipava la ripartenza con rinnovata energia.

“Santa Teresa è una città che negli ultimi quaranta anni ha utilizzato le proprie energie per farsi la guerra l’uno contro l’altro, la città è rimasta indietro e gli altri sono passati avanti. Rimettiamola in moto facendole riacquistare autorevolezza, prestigio e credibilità. E’ questo che la gente ci chiede”.

Già alcune idee ci sono, la prima su tutte quello di evitare che i giovani vadano via.

“Stabiliremo una connessione tra il mondo del lavoro e quello della formazione puntando sul turismo. Non c’è altra strada”.

Per quanto riguarda, invece, la posizione del vicepresidente del consiglio Santino Veri che voci sempre più insistenti (e interessate) posizionavano con le valigie in mano pronto a varcare il Rubicone, il gruppo gli conferma piena fiducia e indica come strumentali e artefatte le voci che lo volevano in rotta di avvicinamento alla maggioranza.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P