24.8 C
Santa Teresa di Riva
mercoledì, Giugno 26, 2024
HomeAttualitàBonificata l'area di Furci Verde. Smantellate le casette in legno. Dichiarazione dell'assessore...

Bonificata l’area di Furci Verde. Smantellate le casette in legno. Dichiarazione dell’assessore Niosi

Furci Siculo – “Era diventata una sorta di terra di nessuno. Chi arrivava montava il proprio stand, vendeva la marce, poi se ne andava. Adesso stiamo cercando di mettere ordine, soprattutto con interventi igienici”. Lo ha dichiarato l’assessore Alessandro Niosi parlando di Furci Verde, teatro di manifestazioni, parcheggi, giochi per i bambini e punto vendita di parecchi extracomunitari. Adesso questo spiazzo, appuntamento domenicale per grandi e piccini, è stato smantellato. Tutte le postazioni fisse, destinate alla vendita di panini imbottiti e ai vari giochi, sono state demolite. L’ordinanza, indirizzata a bonificare tutto lo spiazzo, si è resa necessaria per il continuo degrado in cui si era venuto a trovare dopo l’installazione degli stand da parte di venditori ambulanti ed extracomunitari. E’ anche vero che la domenica Furci Verde si trasformava in una sorta di mercatino rionale, con postazioni destinati alla vendita di magliette, scarpe e prodotti per la casa. Anche un gruppo di romeni aveva scelto la piazza di Furci Verde per vendere la propria mercanzia. E quando smontavano e andavano via, sporcizia e degrado inghirlandavano lo spiazzo. C’erano anche i venditori fissi locali, che il sabato e la domenica aprivano le loro bancarelle, per vendere castagne al forno, noccioline, panini, birra e quant’altro. Non mancavano i giochi per i bambini, che arricchivano con musiche melodiche l’intero spiazzo. “Abbiamo adottato questo provvedimento – ha detto ancora l’assessore Niosi – innanzitutto per bonificare tutta l’area, ma soprattutto per metterla in sicurezza e renderla più accogliente”. Ancora non si conosce il futuro di Furci Verde, cioè se sarà destinato a parcheggio delle macchine, oppure lasciato libero, per consentire alle famiglie di trascorrere il tempo libero al riparo dai rumori molesti e dalle macchine. Ma c’è pure chi avanza l’idea di fare di questo spiazzo una sorta di isola pedonale, con bar, servizi igienici (che al momento mancano) e qualche stand per le famiglie. Qualcosa, cioè, che sposi bene con la cavea e la villa comunale, punto di ritrovo per grandi e piccini.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P