31.8 C
Santa Teresa di Riva
venerdì, Giugno 21, 2024
HomeAttualitàDal sindaco di Roccalumera riceviamo e pubblichiamo

Dal sindaco di Roccalumera riceviamo e pubblichiamo

Roccalumera – Dal sindaco dott. Gaetano Argiroffi riceviamo: “Egregio Direttore, Le chiedo un po’ di spazio per replicare alle illazioni bugiarde fornite dalla Minoranza Consiliare, o meglio di quel che resta della minoranza, avendo partecipato solo due consiglieri alla seduta di consiglio del 12 dicembre scorso, in merito all’aumento delle tasse occorso in seno all’approvazione del bilancio di previsione del 2013. I consiglieri Corrini e Totaro hanno affermato, in un comunicato diffuso alla stampa, che l’incremento dell’imposizione fiscale da noi deciso è frutto di una nostra negligente azione amministrativa, mentre essa è stata una scelta dovuta, senza alcun margine di discrezionalità. Ciò perché in seno al bilancio 2013 è stato necessario reperire una provvista finanziaria per 1 milione di euro, per fare quadrare i conti e raggiungere il pareggio, onde evitare lo sbilanciamento ed il dissesto. E quindi reperire 177 mila euro per la transazioni con le ditte, derivanti dagli eventi alluvionali del 2009; 144 mila euro per la quota del piano di rientro dell’ATO; 426 mila euro per il decreto legge n. 35; 56 mila euro per le transazioni legali ed infine 130 mila euro per l’Elisuperficie. Ecco perché l’IMU è stata aumentata. Circa poi la somma dell’Elisuperficie voglio sottolineare che siamo stati costretti a mettere in bilancio detto importo, onde evitare che l’opera pubblica rimanesse incompleta. E seppure il nostro senso di responsabilità ci ha imposto tale scelta non posso non denunciare lo scandalo legato a tale Opera Pubblica, in quanto la passata amministrazione ha dato corso alla gara senza che vi fosse la provvista di 92 mila euro da parte del Comune. Ricordo alla Corrini ed alla Totaro, ma anche al loro mentore Ing. Francesco Santisi, che tale opera è stata appaltata per ben 420 mila euro, dei quali 92 mila euro sono stati a carico del Comune, tramite mutuo o risorse proprie. Somma che avrebbe dovuto essere reperita nel bilancio 2011 o nel bilancio 2012, ma che non è stata inserita in nessuno dei due bilanci. Pur mancando i fondi però la gestione Miasi-Santisi ha avviato l’opera dell’Elisuperficie. Di questo però i consiglieri comunali di minoranza residuati, pur avendo scritto molto, non hanno detto niente. Non hanno manifestato alcun tipo di attenzione e sensibilità, né ancor meno alcun controllo. Eppure la condotta amministrativa della gestione passata in tale fattispecie è stata di nocumento ai cittadini, ipotizzandosi la frode in atti pubblici ed il danno erariale. Al riguardo, stiamo valutando di trasmettere gli atti alla Procura della Repubblica ed alla Corte dei Conti. All’Ing. Francesco Santisi suggerisco di abbandonare i panni del suggeritore, che non gli sono confacenti, visto i guasti che ha prodotto in passato, e le sue personali responsabilità in merito alla vicenda dell’Elisuperficie”.

Tanto dovevo, Gaetano Argiroffi.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P