25.3 C
Santa Teresa di Riva
lunedì, Giugno 24, 2024
HomeAttualitàDiscriminata una parte del personale? Sotto accusa il sindaco di Letojanni

Discriminata una parte del personale? Sotto accusa il sindaco di Letojanni

Letojanni – E’ stato proclamato lo stato di agitazione Csa regionale perché dall’integrazione delle ore lavorative del personale sarebbe stato emarginato quello che opera nel Corpo di polizia municipale. Una discriminazione contestata dai sindacati, pronti a scendere in piazza con scioperi ad oltranza. Questo il documento diramato dal coordinatore provinciale Csa. La nota è stata inviata al Prefetto di Messina, al sindaco e al comandante dei vigili urbani di Letojanni.

 “Premesso che la Giunta comunale di Letojanni, ha integrato le ore lavorative a tutto il personale con contratto a termine, tranne a quello che opera nel corpo di polizia municipale; che tale atto, assolutamente immotivato, discrimina una parte del personale; che, tale sconsiderato atto sperequativo, oltre a penalizzare il personale, danneggia la comunità, venendo a diminuire sia il controllo del territorio come polizia amministrativa, stradale, annonaria ecc. , sia la repressione della microcriminalità, essendo avvenuti di recente diversi furti con scippo, sicuramente più difficili da attuare con personale in servizio, però assente o insufficiente a causa della incomprensibile scelta dell’amministrazione di Letojanni ; che sempre con deliberazione di Giunta municipale n. del…, si è deciso di diminuire la percentuale delle somme ex art. 208, da utilizzare per il fondo previdenziale integrativo del corpo di polizia municipale, utilizzando per la stesura ed il parere tecnico, il ragioniere comunale, in vece del comandate, ledendo così anche l’autonomia gestionale di quest’ultimo, autonomia, dovuta ai sensi della L. 65/86 e della L.r. 17/90; che nonostante le legittime rimostranze dei lavoratori con contratto a termine l’amministrazione comunale, accampando inesistenti motivazioni “pseudo giuridiche” non intende recedere dal suo comportamento, che anche nel passato, è stato, in varie occasioni, scorretto e penalizzante nei confronti del personale del corpo di polizia municipale, che opera in turni lavorativi disagiati ,spesso senza il giusto riconoscimento economico, oltre ai rischi inerenti il servizio, che, adesso, in alcuni fattispecie ,deve essere svolto da una sola unità, stante le esecrabili scelte del governo dell’ente, incurante anche dell’oggettivo pericolo cui va incontro un operatore del corpo di polizia municipale, che svolge il servizio isolato e non armato, e ciò avviene, in violazione di espressa disposizione di legge che prevede che determinati servizi, in special modo quelli notturni, vengano effettuati armati; tutto ciò premesso e dopo una riunioni con i lavoratori che aspettavano il risultato dell’incontro il CSA Regioni Autonomie Locali ed il Componente della RSU del comune di Letojanni, Sig. Antonino Cicala

PROCLAMANO Ai sensi legge 12 giugno 1990, n. 146, come modificata ed integrata dalla legge 11 aprile 2000, n.83 e degli Accordi Quadro di settore, lo stato di agitazione del personale con contratto a termine operante presso il Corpo di Polizia Municipale di Messina, per evidenti e reiterate violazioni di norme contrattuali

CHIEDONO La convocazione, presso la commissione di garanzia per dirimere la vicenda, con avvertenza che nelle more non si forniranno prestazioni straordinarie, tranne quelle obbligatorie per legge. Scaduto infruttuosamente il termine, si procedere, ad eventuali proclamazioni di sciopero nei termini di legge”.

IL COMPONENTE LA RSU Antonino Cicala

IL COORDINATORE PROVINCIALE dott. Pietro Fotia

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P