24.8 C
Santa Teresa di Riva
mercoledì, Giugno 26, 2024
HomeAttualitàRocchenere: Ha ucciso a coltellate un 24enne. Ridotta la pena da 30...

Rocchenere: Ha ucciso a coltellate un 24enne. Ridotta la pena da 30 a 17 anni.

Pagliara – Quattro anni fa ha fatto scalpore l’uccisione a coltellate del 24enne Rino Miorin, avvenuta la tiepida notte del 12 giugno del 2009 alla periferia della popolosa frazione di Rocchenere. Ad ucciderlo con cinica freddezza è stato il 47enne Salvatore Golfo, allora convivente della madre Beatrice Calabrò. Il giovane era intervenuto per difendere la mamma ed è stato freddato con quattro coltellate. Ieri la V Sezione della Corte di Cassazione ha ulteriormente annullato, e questa volta senza rinvio, la sentenza a carico del quarantasettenne Salvatore Golfo, determinando la pena in anni 17 e mesi 9 di reclusione rispetto agli anni 20 irrogati dalla Corte d’Assise d’Appello di Reggio Calabria. La questione giuridica dibattuta dinnanzi ai Supremi Giudici era la contestata recidiva specifica , per la quale i Giudici reggini avevano stabilito in aumento la pena di anni 4 di reclusione. All’udienza pubblica , dopo l’intervento del Procuratore Generale Maria Fodaroni e della Parte Civile rappresentata dall’avv. Vincenzo Iofrida del Foro di Catania, il difensore del Golfo avv. Giovanni Starrantino, con una articolata discussione, ha evidenziato l’errore di valutazione dei Giudici di Reggio, dimostrando invece che l’aumento per la recidiva contestata non poteva superare mesi otto di reclusione, cioè pari all’unica condanna riportata dall’imputato nel lontano 2001, per cui la sentenza andava annullata e rettificata. I Giudici di legittimità, dopo una lunga camera di consiglio, hanno accolto il ricorso e la tesi difensiva, riducendo la pena. Si chiude così questo processo di omicidio accaduto nella frazione Rocchenere di Pagliara la sera del 12 giugno 2009, quando Salvatore Golfo, bracciante agricolo di Savoca , uccise con quattro coltellate il giovane ventiquattrenne Rino Miorin, figlio della sua ex amante Beatrice Calabrò , reo di opporsi alla continuazione della convivenza con la madre. La vicenda suscitò molto scalpore e non solo nella zona jonica del Messinese, tant’è che dell’omicidio si interessò pure Rai Tre, facendolo rivivere nella trasmissione televisiva “ Amore Criminale” condotta da Camilla Raznovich. Il Golfo, giudicato con il rito abbreviato, era stato condannato in primo grado a 30 anni di reclusione, pena confermata in appello. La 1ª Sezione della Corte di Cassazione, però, accogliendo il ricorso dell’ avv. Giovanni Starrantino, annullò, parzialmente, prima il verdetto del 22 novembre 2011 ed ora la definitiva sentenza che ha decretato la pena complessiva in 17 anni e 9 mesi di reclusione. La gente del posto allora è rimasta scossa da questo feroce omicidio. Quattro coltellate ad un ragazzo di 24 anni sceso in strada (a Rocchenere) per difendere la mamma. Inizialmente il Golfo è stato condannato a 30 anni di reclusione, pena adesso ridotta a 17.anni e 9 mesi. E tra Centro di recupero e buona condotta potrebbe presto tornare a casa.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P