30.2 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Luglio 14, 2024
HomeAttualitàMetano, il Tar rigetta i ricorsi di Alì, Antillo e Mandanici

Metano, il Tar rigetta i ricorsi di Alì, Antillo e Mandanici

Il Tar ha rigettato il ricorso dei comuni di Antillo, Alì e Mandanici contro il decreto del dirigente generale dell’assessorato regionale dell’Energia con il quale erano stati esclusi dalla graduatoria che assegna un ulteriore contributo regionale per la realizzazione della rete di distribuzione del gas metano (ieri aveva accolto quello presentato da Santa Teresa di Riva, ma per altri motivi, per cui arriveranno i 15 milioni aggiuntivi richiesti), già finanziata con fondi europei. Nessun pericolo, naturalmente per la rete metanifera, visto che quello in questione era un contributo extra, mentre resta confermato che i lavori per la rete in tutti i comuni del bacino cominceranno a settembre, come programmato. Come è noto i tre comuni erano stati esclusi dall’ulteriore benefit, perché, come ha rilevato il dirigente regionale, “il Rup che ha approvato il progetto esecutivo, ha il titolo di geometra, soggetto non in possesso delle adeguate competenze professionali in relazione alle caratteristiche dell’intervento, per cui l’approvazione è da ritenersi irregolare”. Le rispettive giunte avevano deciso di impugnare il provvedimento davanti al Tar di Palermo, competente per le controversie con la Regione, affidando le proprie ragioni all’avv. Carmelo Moschella di Santa Teresa di Riva. Il contributo comunitario era relativo al completamento della rete, come lavori di scavo e posa in opera di tubazioni in polietilene, l’esecuzione di diramazioni ed allacciamenti di utenza fino ai contatori, il ripristino e la sistemazione delle reti stradali esistenti. Antillo aveva chiesto 1.850.475 euro, Mandanici 2.313.431 e Alì 2.811.085 euro. Per i comuni non cambia niente perche ad integrare questo contributo che non arriverà, sarà comunque la società che si è aggiudicato l’appalto per la realizzazione della rete metanifera nei 15 comuni del bacino jonico, il FinConsorzio di Roma, che ha presentato un piano di investimenti di circa 110 milioni di Euro e con il quale consorzio è stato stipulato il contratto di servizio nel febbraio 2011.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P