31.3 C
Santa Teresa di Riva
venerdì, Luglio 12, 2024
HomeSport CalcioNino Cucinotta "Ho lasciato l'Itala perchè non sono stati rispettati gli accordi...

Nino Cucinotta “Ho lasciato l’Itala perchè non sono stati rispettati gli accordi di inizio stagione. Sono pronto a ripartire”

Terminata la stagione calcistica 2012/2013, è tempo di sole, mare e relax, prima di gettare le basi per la prossima annata agonistica. Intercettato dalla nostra testata, il mister Nino Cucinotta ci ha esternato le proprie aspettative future e le sensazioni sulla stagione appena conclusasi, per lui anzi tempo, viste le proprie dimissioni. “Ci tengo a precisare infatti – debutta il mister – che non sono stato esonerato dall’incarico di allenatore dell’Asc Itala, bensì ho presentato io stesso le dimissioni dalla direzione tecnica della squadra, semplicemente perché non sono stati rispettati gli accordi iniziali presi in compartecipazione con la società”. Poi il mister entra più nello specifico “l’Itala – continua – ripartiva praticamente da zero, dopo la discesa dalla prima alla terza categoria e l’esodo dei giocatori più rappresentativi. L’accordo con la società era quello di costruire una squadra basata sui giovani locali, che io stesso avevo gestito l’anno precedente. E’ vero, non ci sarebbero state ambizioni di vittoria nell’immediato, ma si sarebbe costruito un gruppo, forgiando i ragazzi della nostra zona. Ne avrebbero beneficiato loro, crescendo calcisticamente, ma anche il pubblico, di certo maggiormente attratto nel vedere calciatori della nostra zona, anziché semi sconosciuti forestieri. Purtroppo – prosegue Cucinotta – gli accordi sono stati rispettati solo per un breve periodo di tempo”. Il tecnico ci spiega anche i motivi che hanno compromesso l’accordo, di inizio stagione, con la società. “I risultati. – dice il mister – E’ tutto lì. Mi è stato detto che l’Itala, per nome, non può attendere e non può occupare l’ultimo posto in classifica, rimediando brutte figure in quasi tutti i campi. Ma i patti a me sembravano chiari, non ci dovevano essere velleità di vittoria, ma solo una crescita generale del gruppo. Tra l’altro non è facile gestire un gruppo di ragazzi giovani, molti di loro alla prima esperienza in un campionato di calcio a 11. Trovare l’amalgama giusta, con una squadra interamente nuova, non è semplice. Prova ne è che, in seguito alle mie dimissioni, nonostante i nuovi rinforzi, la squadra non ha cambiato di molto i propri standard, chiudendo il campionato all’ultimo posto in classifica. Non ho comunque nessun rimpianto per la stagione appena conclusasi. Ogni esperienza serve per migliorare in qualche aspetto. E soprattutto – chiude – io, da questa vicenda, esco con la testa alta e con la faccia pulita”. Dopo un anno nella panchina del Team Scaletta e due in quella dell’Asc Itala (prima allievi, poi prima squadra), Cucinotta ammette che la voglia di allenare non gli è ancora passata “Assolutamente no – conclude – sono pronto a rimettermi in gioco. Mi sento ancora pronto per sedermi in panchina. Io vivo di campo e la Domenica senza pallone per me non esiste. Ho tanta esperienza e ho tante squadre che mi fanno la corte. Dopo le vacanze sceglierò la destinazione a me più gradita. Ciò che è sicuro è che, ovunque vada, serietà e professionalità, da parte mia, non mancheranno mai”.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P