17.9 C
Santa Teresa di Riva
sabato, Aprile 20, 2024
HomeAttualitàS.Teresa, si farà l'uscita di sicurezza alla scuola "Muscolino", ma le manichette...

S.Teresa, si farà l’uscita di sicurezza alla scuola “Muscolino”, ma le manichette antincendio restano senza acqua

SANTA TERESA DI RIVA – L’uscita di sicurezza per la sala mensa della scuola elementare “Felice Muscolino” si farà subito. La segnalazione è giunta a destinazione ed è stata immediatamente raccolta dall’amministrazione comunale. Il refettorio avrà la sua via di fuga, dopo anni in cui il problema, seppure noto e segnalato persino nei consigli di circolo, era stato praticamente eluso. L’assessore all’edilizia scolastica Giovanni Bonfiglio ha dato disposizioni ai tecnici del Comune per un sopralluogo e dalla relazione che verrà fatta si procederà di conseguenza. In pratica verrà demolita una delle sette grandi finestre che danno sul cortile interno della scuola ma che si apre su via Francesco Crispi, per ricavarne una porta che, ovviamente, avrà le caratteristiche di una via di fuga con tanto di maniglie antipanico e apertura verso l’esterno. “Appena ho letto la notizia – dice l’assessore Bonfiglio – mi sono subito attivato chiedendo ai tecnici di darmi una soluzione la più veloce possibile, senza dovere aspettare il finanziamento del progetto per la messa in sicurezza dell’intero edificio scolastico che abbiamo inoltrato alla protezione civile. La soluzione c’è, realizzeremo un’altra porta, oltre a quella di accesso, con larghezza di 1 metro e 20 e apribile a spinta nel verso dell’esodo. Un mese di tempo e tutto sarà a norma” ha assicurato l’assessore Bonfiglio. Impegno preso, facciamo il nodo al fazzoletto e verificheremo tra trenta giorni. Stupore ha invece mostrato l’assessore Bonfiglio per quanto riguarda le condizioni delle manichette antincendio. Per ogni piano della scuola ci sono due prese antincendio. Nuove, protette dal classico vetro da rompere in caso di necessità. “Pronte all’uso” forse è una affermazione grossa. Perché manca l’acqua, ma non nel senso che c’è penuria idrica, ma proprio perché non c’è l’allaccio alla rete idrica comunale. Proprio così, servono solo come soprammobile. Tutto questo, non è, ovviamente, esclusiva responsabilità dell’attuale amministrazione comunale. Sono anni e anni che la situazione è questa. Ci dicono che la dirigente ha segnalato questi problemi a chi di competenza, ed è in attesa di risposte. In attesa dei provvedimenti, incrociamo le dita. Problemi di omologazione anche per la scala antincendio esterna che è stata realizzata sul retro dell’edificio e che non sarebbe a norma. Usiamo il condizionale, ma a quanto pare non avrebbe ricevuto il nullaosta da parte dei vigili del fuoco.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P