24 C
Santa Teresa di Riva
lunedì, Aprile 15, 2024
HomeAttualitàCasalvecchio, truffa dei loculi il comune vuole gli interessi

Casalvecchio, truffa dei loculi il comune vuole gli interessi

CASALVECCHIO – La commissione consiliare di indagine sulle irregolarità nella gestione dei servizi cimiteriali ha concluso i propri lavori. In verità i sei componenti della commissione avevano già presentato al consiglio la loro relazione conclusiva nel settembre del 2010 (un anno prima il caso-cimitero era esploso in tutta la sua virulenza con l’arresto di un impiegato infedele), ma ora, a distanza di tre anni, il consiglio è stato chiamato a tornare sull’argomento per “modificare e rettificare” quando descritto nella relazione conclusiva. Si è trattato di mettere nero su bianco le modalità per recuperare gli interessi sui corrispettivi che per dieci anni sono stati sottratti fraudolentemente alle casse comunali, come ha stabilito il tribunale che ha condannato l’impiegato infedele a 25 mesi di reclusione e l’interdizione dai pubblici uffici per lo stesso periodo. Il consiglio, presieduto da Pietro Santoro, ha quindi deciso che gli interessi legali sulle somme sottratte alle casse comunali – poi versate in una unica soluzione il 19 agosto, quando il caso esplose, per un importo di 60 mila euro – “vanno addebitati a chi con il proprio comportamento ha arrecato un danno all’ente”. Salvaguardati, quindi, i concessionari dei loculi che avevano regolarmente versato il corrispettivo. E’ stato anche stabilito “di calcolare quanto dovuto per i loculi occupati e non pagati applicando il prezzo dei loculo vigente alla data della tumulazione, oltre gli interessi legali maturati fino alla regolarizzazione dell’atto”. Il consiglio ha anche deciso di stabilire una aliquota da destinare al personale che avrà provveduto alle somme effettivamente recuperate. La gestione delle sepolture nei cimiteri di Casalvecchio fu oggetto di una inchiesta giudiziaria che portò nel dicembre del 2009 all’arresto dell’addetto ai servizi cimiteriali del comune per peculato: per circa dieci anni avrebbe intascato le somme della vendita dei loculi senza versarle nelle casse comunali. Il comune di Casalvecchio ha deciso di costituirsi parte civile contro l’impiegato infedele ed ancora si sta quantificando l’ammontare del danno patito dalle casse comunali.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P