26.1 C
Santa Teresa di Riva
lunedì, Luglio 15, 2024
HomeSportMilo - Mediterranea Nizza 4 - 2

Milo – Mediterranea Nizza 4 – 2

Marcatori: 9° Calvo (MI), 44° rig. Ventimiglia (MI), 55° Arcerito (MN), 65° Bellinghieri (MN), 67° Parisi G. (MI), 76° Contarino (MI)

MILO: Savoca, Servidio (dal 74° Raciti), Parisi S., Raiti (dal 84° Puglisi), Di Maria, Sciacca, Calvo, Ventimiglia, Contarino, Lo Certo (dal 52° Parisi G.), De Luca Panchina: Pennisi, Patanè G., Dilettoso, Musmeci Allenatore: Caniglia

Ammoniti: Calvo, Contarino De Luca Espulso: De Luca al 88° per doppia ammonizione

MEDITERRANEA NIZZA: Panarello G., Arcerito, Bertuccelli (dal 76° Occhino), Gregorio, Lisci, Panarello A. (dal 80° Di Bella), Repici, Oro, Coppolino (dal 52° Sesto), Bellinghieri, Omettere Panchina: Lenzo, Manganaro Allenatore: Ucchino

Ammoniti: Oro

Espulso: Lisci al 44° per fallo da ultimo uomo

Arbitro: Puglisi di Acireale

Milo I ragazzi allenati da mister Caniglia si congedano decorosamente dal pubblico amico con una sonora quaterna che atterra uno sconsolato MEDITERRANEA NIZZA. Gli etnei sommano altri tre punti nel carniere stagionale e causa la concomitante sconfitta interna della PRO MENDE, balzano al quinto posto nella classifica generale a 90 minuti dalla fine dei giochi. Ovviamente tanto è il rammarico per la formula introdotta quest’anno dalla Lega che inibisce la disputa dei meritati play-off al MILO in quanto la seconda in classifica, ovvero il SANTA TERESA ha un margine superiore ai 10 punti, ma nel complesso la gestione del presidente La Mendola ha portato ottimi frutti e non si può che essere più che soddisfatti per aver centrato un ragguardevole traguardo,insperato all’inizio della stagione. La partita odierna si è chiusa, come detto, nel migliore dei modi con i milesi padroni del campo per quasi tutto l’incontro e capaci di concretizzare in rete alla minima pressione sull’acceleratore. La vittoria sui messinesi, già risucchiati in piena zona play-out, perviene sotto i colpi di Roberto Calvo che al 9° approfitta di un perfetto assist in diagonale di Ventimiglia per presentarsi da solo davanti al portiere avversario e bruciarlo in uscita con un tocco di fino per la rete del vantaggio iniziale. Dopo un vasto dominio territoriale dei padroni di casa, ad un minuto dalla fine della prima frazione di gara, Calvo dalla destra crossa in mezzo all’area di rigore, Contarino ben appostato deve solo spingere il pallone in rete, ma Lisci da dietro lo strattona e lo mette giù. Per il direttore di gara, l’ottimo Puglisi, non ci sono dubbi è rigore ed espulsione del difensore nizzardo. Dopo le inutili proteste dei messinesi, Ventimiglia si incarica di battere il penalty, dal dischetto calcia benissimo la sfera che si infila all’angolino destro. Il primo tempo si chiude sul 2-0. Nella ripresa gli ospiti entrano in campo più determinati e provano a mettere paura ai locali. Al 55° una conclusione di Omettere viene respinta corta da Savoca, Arcerito è più lesto di tutti e accorcia le distanze arrivando prima di tutti sulla sfera spingendola in rete per il 2-1. Al 65° Bellinghieri ci prova su calcio di punizione dal limite, la sua parabola supera la nutrita barriera milese con la sfera che si insacca nell’angolo sul palo più lontano del portiere Savoca che nonostante il tuffo non riesce ad acciuffare la palla subendo così la rete del pareggio. Passano due minuti e dopo una strigliata ai suoi a cura di mister Caniglia, Raiti scende palla al piede sulla fascia sinistra entra in area e mette in mezzo il pallone che Gabry Parisi con un preciso colpo di testa in tuffo spedisce alle spalle di Panarello per la rete del nuovo vantaggio. I padroni di casa spingono ancora una volta e al 76° Calvo ruba palla a centrocampo ad un avversario e lancia Contarino che si invola palla al piede in area di rigore, l’attaccante trafigge il portiere in uscita con un preciso diagonale per la rete del definitivo 4-2 mandando in visibilio i tanti tifosi accorsi al Comunale. La partita si chiude senza ulteriori sussulti, tranne il nervosismo creato nei minuti finali dagli ospiti di cui è vittima Ciccio De Luca che subisce la seconda ammonizione e si fa espellere per un fallo inutile a centrocampo. I giallorossi chiuderanno la stagione sportiva sabato prossimo in trasferta a Messina contro il già salvo GESCAL per una partita a cui non devono chiedere nulla nessuno delle due squadre, ma che va chiaramente onorata sino al triplice fischio finale.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P