31.3 C
Santa Teresa di Riva
venerdì, Luglio 12, 2024
HomeAttualitàServizi sociali, approvato piano di zona: 14 milioni di euro per i...

Servizi sociali, approvato piano di zona: 14 milioni di euro per i servizi socio-sanitari

SERVIZI SOCIALI, APPROVATO PIANO DI ZONA: 14 MILIONI DI EURO PER I SERVIZI SOCIO-SANITARI

Nel caos generale e con il clima teso che regna ai servizi sociali del Comune di Messina, almeno una buona notizia arriva da Palermo e precisamente dall’Assessorato alle Politiche Sociali. La CISL, infatti, apprende che ieri pomeriggio è stato finalmente approvato il Piano di Zona 2010-2012 del Distretto D26 con il Comune di Messina capofila che di fatto metterà a disposizione circa 14 milioni di euro per i servizi socio-sanitari. Il Piano di Zona rappresenta lo strumento attraverso il quale vengono erogati tali servizi ed interessa oltre il Comune di Messina anche altri 13 Comuni facenti parte del Distretto ( Alì, Alì Terme, Fiumedinisi, Furci Siculo, Itala, Mandanici, Nizza di Sicilia, Pagliara, Roccalumera, Rometta, Saponara, Scaletta e Villafranca T.). La Cisl ricorda che il piano in questione è da tempo sotto i riflettori del sindacato che da tempo denuncia (per ultimo anche al Commissario Croce con nota del 24 ottobre 2012) l’atteggiamento poco responsabile da parte dei soggetti che – a vario titolo – avrebbero dovuto porre in essere le condizioni di avvio del Piano e che hanno avuto responsabilità in capo al Distretto (i vari assessori che si sono avvicendati nella delega alle politiche sociali, il Comitato dei Sindaci del comprensorio, i numerosi dirigenti che sono stati sostituiti al Dipartimento dei Servizi sociali del Comune di Messina e che sono stati nel tempo Coordinatori del gruppo tecnico del Distretto. A seguito delle numerose denunce e diffide da parte del Sindacato, il 6 luglio 2012 sono arrivati al Comune di Messina due ispettori dell’assessorato regionale i quali hanno intimato ai responsabili di porre in essere tutti gli adempimenti amministrativi per far approvare il piano, pena la perdita dei finanziamenti. “Fortunatamente – affermano dalla sede di viale Europa – il pericolo sembra scongiurato e il Piano in questione con due anni di ritardo è stato finalmente approvato ed anche se questa buona notizia non risolverà i gravi problemi che riguardano il settore sociale, se si attiveranno subito i bandi e le relative procedure di gara si può portare una boccata di ossigeno sia alle famiglie che hanno a carico anziani, diversamente abili, minori sia alle centinaia di lavoratori che operano nel settore”.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P