29.7 C
Santa Teresa di Riva
giovedì, Luglio 18, 2024
HomeSportTeam Scaletta - Aria Preziosa 2 - 1

Team Scaletta – Aria Preziosa 2 – 1

Itala – Inizia con una vittoria il cammino del Team Scaletta nel campionato di terza categoria 2011/2012. La squadra di Antonino Tavilla ha saputo soffrire, ribaltando il risultato nella ripresa. Sono tre le novità nell’undici iniziale rispetto alla scorsa annata. Lamatore terzino destro, Giuseppe Geraci come centrale di centrocampo e Tino Caminiti a fare da raccordo tra centrocampo e attacco. Diverso il discorso per l’Aria Preziosa, che presenta molte facce nuove all’ingresso in campo. I primi venti minuti di gara non regalano molto spettacolo. Le squadre cercano di attaccare, ma lo fanno in maniera confusa. Bisogna aspettare il 19’ quando Bottari si smarca e calcia di destro. La sua conclusione termina alta di poco. L’Aria Preziosa cerca subito di rispondere e lo fa al 20’ con una punizione di La Monica che sfiora il palo. Picciotto sembra comunque sulla traiettoria. La partita si accende. Al 26’ ancora Bottari prova ad impensierire la retroguardia ospite, quando raccoglie una respinta difensiva e, dopo uno stop di petto, calcia al volo. Attento Colloca, che blocca a terra. Le azioni si susseguono. Alla mezz’ora l’Aria Preziosa ha una buona occasione in contropiede, ma La Monica è poco altruista e non serve Giuseppe Santoro libero in mezzo all’area. Un minuto più tardi è il Team Scaletta ad andare vicino al vantaggio, sempre con il solito Bottari che cerca di beffare Colloca sul secondo palo. Il pallone esce fuori di poco. Il finale di primo tempo è, però, interamente di marca ospite. Al 38’ Antonino Santoro affonda sulla fascia sinistra, saltando le marcature di Zouhir e Lamatore entrando in area di rigore, ma il suo destro è ben parato con i piedi da Picciotto. Un minuto più tardi arriva l’episodio chiave del primo tempo. Fleres atterra in area Giuseppe Santoro. Dal dischetto Antonino Santoro non sbaglia, calciando alla sinistra del portiere. Il primo tempo termina così sul risultato di 1 a 0. La ripresa inizia con una novità, Sanfilippo prende infatti il posto di Lamatore. Ma l’inizio non è dei migliori per il Team Scaletta. Al 46’, infatti, il capitano Di Ciuccio è costretto ad un salvataggio sulla linea per scampare il doppio svantaggio. Sempre l’Aria Preziosa, entrata meglio in campo, si rende pericolosa al 57’. Quando una combinazione tra Marco Caminiti e La Monica porta al tiro Magazzù, che spreca malamente. Ancora Aria Preziosa al 65’ con Marco Caminiti che sfiora il gol di testa. Il pallone termina di poco alto sulla traversa. Il Team Scaletta va, via via, crescendo. E al 67’ trova il gol del pari. Giuseppe Geraci disegna una splendida traiettoria su calcio di punizione, trovando l’incornata di Summa. Il colpo di testa del difensore scalettese sembra destinato in rete, ma è splendido Colloca nella respinta. Ma non può nulla sul tap in vincente di Bottari, che di testa insacca il gol del pareggio. Da quel momento in poi il Team Scaletta trova fiducia in se stesso e cerca di aggredire gli avversari in pressing, ripartendo in proiezione offensiva. In una di queste azioni offensive, l’Aria Preziosa rimane in dieci. Viene espulso infatti Marco Caminiti (protagonista di un’ottima gara fino a quel momento), reo di aver contestato, in maniera poco opportuna, un calcio d’angolo assegnato agli avversari. I padroni di casa approfittano subito della superiorità numerica e si portano sul 2 a 1. Al 75’, infatti, il Team Scaletta conquista palla e parte subito in contropiede. Zouhir, con un lancio millimetrico, becca Sorrenti sullo scatto. L’attaccante scalettese entra in area e, dopo aver saltato un avversario in velocità, viene atterrato da Magazzù. E’ calcio di rigore. Dal dischetto va Domenico Cifalà che non perdona, portando i suoi al vantaggio. Al 78’ c’è un segno di risveglio per l’Aria Preziosa, quando La Monica prova a portare i suoi sul pari su una punizione da posizione defilata. Il tiro a giro è splendido, com’è splendida la risposta di Picciotto che devia in angolo. Il finale è solo per i padroni di casa. All’82’ un uno due tra Caminiti e Sorrenti porta quest’ultimo al tiro, bravo Colloca in presa. Un minuto dopo il Team Scaletta ha una clamorosa occasione per portarsi sul 3 a 1, quando Domenico Cifalà, approfittando di un errore del difensore Tella, si trova a tu per tu con Colloca e prova a saltarlo, per poi calciare a rete. Ancora bravissimo il portiere dei casalvetini, ex Sparagonà, che rimane in piedi fino all’ultimo e sventa il possibile colpo del ko. Il finale di gara regala poche emozioni, con i padroni di casa concentrati a mantenere il vantaggio ottenuto. Da segnalare un’altra espulsione per i casalvetini. Espulso, nei minuti di recupero, Massimo Santoro, per comportamento non regolamentare nei confronti dell’arbitro. Dopo tre minuti di recupero, arriva il fischio finale da parte dell’arbitro Scardino di Messina. L’Aria Preziosa inizia così, come lo scorso anno, con una sconfitta alla prima giornata di campionato. La compagine casalvetina, però, quest’anno sembra molto più quadrata e con elementi di maggior qualità. Ovviamente c’è bisogno di tempo per collaudare bene i meccanismi, visti i tanti cambi nello scacchiere tattico. Inizio confortante, invece, per il Team Scaletta, che finisce la partita in crescendo. La squadra ha dimostrato di saper soffrire. Una squadra che ha la giusta esperienza dietro, con i vari Di Ciuccio, Summa, Fleres, e sfrontatezza, freschezza e classe davanti, grazie alle geometrie di Domenico Cifalà e Giuseppe Geraci e la fantasia e l’abilità nell’uno contro uno, dei vari Zouhir, Caminiti, Sorrenti e Bottari. Senza dimenticare il capocannoniere della scorsa annata, Dario Cifalà, assente per squalifica. Bel gesto, infine, della squadra e dei dirigenti tutti. Uniti nel dedicare la prima vittoria in campionato allo scomparso Luigi Antonino Cifalà. Anch’esso facente parte del Team Scaletta. Un simbolo, “Nino”, che resterà sempre nel cuore di chi ha avuto la fortuna di conoscerlo. E questo gesto ne è l’esempio.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P