31.2 C
Santa Teresa di Riva
venerdì, Luglio 19, 2024
HomeAttualitàSei e non cento i verbali annullati dal giudice di pace. Ausiliari...

Sei e non cento i verbali annullati dal giudice di pace. Ausiliari senza stipendio. Nota del comandante Mangiò

SANTA TERESA DI RIVA – Il giudice di pace di Santa Teresa di Riva, avv. Carmelo Gemelli, ha annullato circa 100 verbali di contestazione di mancato pagamento del ticket negli stalli per la sosta elevati dagli ausiliari del traffico della società che ha ingestione il servizio a S.Teresa di Riva. Il mega ricorso era stato presentato dall’avv. Michele Foti per conto del maresciallo in pensione Giuseppe Bonfiglio ed era articolato in 13 motivi di contestazione, tra cui la legittimità della delibera di affidamento del servizio, contenuti in un dossier di cinquanta pagine. Il comune di Santa Teresa di Riva, che resisteva in giudizio, era rappresentato dall’avv. Giovanni Monforte. La sentenza – come ha riferito il legale di parte, avv. Michele Foti – è stata pronunciata l’altro ieri al termine del dibattimento ed il dispositivo verrà reso noto tra una decina di giorni. Soddisfatto l’avv. Foti: “Stiamo vincendo su tutti i fronti, il comune è stato condannato a pagare le spese – spiega – ed ora passeremo alla seconda fase, il risarcimento dei danni. Abbiamo contestato circa 100 verbali, ed altrettanti ne abbiamo in itinere”. Al momento non è dato sapere se il giudice di pace abbia o meno ravvisato gli estremi per fatti riconducibili ad illeciti penali. In relazione alla vicenda per la quale all’odg del consiglio è inserito il riconoscimento come debito fuori bilancio per un’altra sentenza del giudice di pace sempre relativa ad un altro ricorso del maresciallo di polizia Giuseppe Bonfiglio pr una multya notificata oltre i 90 giorni canonici, il sindaco Alberto Morabito – in un comunicato stampa – ha precisato che “l’incarico all’avv. Giovanni Monforte si riferisce a quattro ricorsi al giudice di pace e non ad uno; i quattro ricorsi non riguardano soltanto l’annullamento degli atti amministrativi ma entrano nel merito di argomentazioni che potevano avere gravi conseguenze civili, penali ed amministrativi per l’Ente; l’incarico è stato dato su richiesta del Comandante della Polizia Municipale; la Giunta, già da tempo provvede a dare incarico ai responsabili di area a rappresentare l’Ente presso il giudice di pace, per tutte le controversie che non superano i 2.500 euro”. All’avv. Monforte verrà corrisposta una parcella di 1250 per 4 cause davanti al giudice di pace (tutte e quattro perse). Però era inevitabile affidare incarico legale – ha chiarito ieri sera in consiglio il sindaco Morabito – perchè c’era in ballo la legittimità della delibera con la quale erano state istituite le aree di sosta a pagamento. L’affidamento scade il 30 settembre, dopo la proroga di tre mesi. Intanto gli ausiliari del traffico sono senza stipendio da due mesi ed a quanto pare non hanno preso nemmeno la tredicesima. L’amministrazione comunale ha ora l’obbligo di bloccare tutti i pagamenti in compensazione per salvaguardare le spettane degli ausiliari. La NOTA del comandante Mangiò. Con riferimento all’articolo apparso sulla Gazzetta del Sud il 29 settembre u.s., a firma Giuseppe Puglisi, inerente l’annullamento di circa 100 verbali di contestazione di mancato pagamento del ticket negli stalli di sosta a pagamento, si precisa che in data 27.09.2011 il Giudice di Pace di S. Teresa di Riva, Avv. Carmelo Gemelli, ha emesso dispositivo di sentenza, in accoglimento delle motivazioni di parte ricorrente, annullando n. 6 verbali di contestazione inerenti il mancato pagamento del ticket negli stalli di sosta a pagamento. Per quanto riferito nell’articolo per cui si chiarisce, non risulta agli atti di quest’Ufficio, che siano stati annullati con sentenza un così elevato numero di verbali, nè che il legale abbia patrocinato il ricorso a 100 verbali, nè che altrettanti siano in itinere. Si precisa che solo 3 ricorsi con le stesse motivazioni sono in itinere presso il medesimo Ufficio (in attesa di discussione e conclusione), mentre per altri 14 ricorsi si è in attesa dell’Udienza preliminare. Considerato che le motivazioni della sentenza non sono ancora rese pubbliche e che non si conoscono i motivi che hanno indotto il Giudice ad annullare i 6 verbali opposti, si chiarisce che comunque il Giudice di Pace, preposto a decidere esclusivamente sul ricorso al singolo verbale di contestazione, non può, per difetto di giurisdizione, entrare nel merito della legittimità degli atti Amministrativi che sono di esclusiva competenza del Giudice Amministrativo. L’articolo del quotidiano, per come si legge, crea false aspettative al lettore per cui, in definitiva, non sussiste alcuna ragionevole ipotesi di diritto a ricorrere contro i verbali di contestazione inerenti il mancato pagamento del ticket negli stalli di sosta a pagamento elevati dagli Ausiliari del Traffico.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P