31.2 C
Santa Teresa di Riva
venerdì, Luglio 19, 2024
HomeCronacaForza d'Agrò, i 30 anni di sacerdozio del "parroco di campagna".

Forza d’Agrò, i 30 anni di sacerdozio del “parroco di campagna”.

Scifì (Forza d’Agrò) – Una chiesa stracolma di fedeli e la presenza di diversi amministratori dei centri della Valle d’Agrò, ha fatto da degna cornice ai festeggiamenti per il trentesimo anniversario di sacerdozio di don Giuseppe D’Agostino. Il parroco di Castelmola che, prima di approdare (circa nove mesi addietro) alla parrocchia di S.Alfio, a Scifì , è stato girovago in diverse parrocchie della vallata. In pratica, partendo dalla chiesa della Sacra Famiglia ( S. Teresa di Riva) ha attraverso,in questi decenni, in un costante andirivieni, quasi tutto il comprensorio dell’Agrò, soprattutto le parrocchie della parte alta della vallata come Rimiti e Misitano (Casalvecchio), Savoca e Roccafiorita. In tutte queste comunità ha lasciato dei segni indelebili nel cammino verso Dio. E’ stato parroco, sacerdote, fratello e amico. In lui non sono mai mancate parole di conforto. Si definisce “parroco di campagna” che sta a significare sacrificio e amore verso questa vocazione che, giornalmente, lo ha portato a continui saliscendi, su strade al limite della transitabilità, per poter raggiungere questi agglomerati rurali abbarbicati sui peloritani. “Se non fosse per i capelli bianchi – ha affermato don Giuseppe a coloro che lo festeggiavano – non mi sarei accorto che sono passati già 30 anni di sacerdozio. Di tutto questo ringrazio il Signore per avermi scelto nella sua vigna dove continuo la mia opera”. Subito dopo la Santa Messa celebrativa, il parroco ha ricevuto una targa ricordo da parte del Comune di Forza d’Agrò, consegnata dal sindaco Fabio Di Cara e dagli assessori Massimo Cacopordo e Fiorino Chillemi, e un omaggio da parte del Comune di Savoca, rappresentato dall’assessore Emilio Impellizzeri. Presente anche il sindaco di Roccafiorita, Pippo Bartollotta, il quale ha ringraziato padre D’Agostino per i numerosi anni di sacerdozio svolto nel centro montano. Il primo cittadino era accompagnato anche dal presidente del Consiglio, Rosaria Restifo, e dal capogruppo di minoranza Fabio Orlando. C’è stata pure la partecipazione del marchese Giuseppe Tindaro Toscano Della Zecca, presidente del Club Unesco Taormina, e di Salvatore Troianini della comunità di di S. Alfio (Catania), presidente della Confederazione delle Confraternite di S. Alfio. Gli auguri a don Giuseppe sono stati esternati anche da Filippo Brianni, presidente della Confraternita «S. Alfio e Fratelli» di Scifì, e Valentino Canne, diacono. Tra i tanti omaggi e regali anche quello dei parrocchiani di Scifì consegnato da Stefania Smiroldo e Orlando Savoca. Dopo la Santa Messa, i festeggiamenti sono continuati nella piazza Cuzari con spumante e una mega torta finale di oltre 10 chilogrammi. Alla cerimonia non c’erano rappresentanti della Curia arcivescovile di Messina anche se S.E. l’Arcivescovo, Calogero La Piana, ha inviato al festeggiato una lettera per complimentarsi dell’attività svolta in questi primi 30 anni nelle varie parrocchie della Diocesi.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P